Indica un intervallo di date:
  • Dal Al
cites_specie_protette

Biodiversità, 1 specie animale e vegetale su 4 rischia l’estinzione

Dopo quanto è accaduto nel rapporto tra uomo e animali – al punto da arrivare al salto di specie e alla pandemia di coronavirus -, serve riflettere sulla relazione dell’uomo con la natura, sempre più sovrasfruttata. Un appello rilanciato anche per il 22 maggio, Giornata Internazionale della Biodiversità animale e vegetale, per ricordare che flora e fauna selvatica sono a forte rischio estinzione mentre – ricorda lo slogan dell’evento – “le nostre soluzioni sono nella natura”. Un appello a vivere in equilibrio con l’ambiente mentre nel mondo circa il 25% di tutte le specie animali e vegetali sono a rischio estinzione, con l’80% che vive nelle foreste sempre più diffusamente rase al suolo. Una “perdita” non solo figurata: sacrificare piante e animali selvatici costa alla società 145mila miliardi di dollari l’anno. Quella di oggi è solo una delle giornate della “Settimana della natura”, lanciata quest’anno dal ministero dell’Ambiente perchè cadenzata anche dalla Giornata mondiale dalle api (il 20 maggio), da quella europea della Rete Natura 2000 (il 21), quella mondiale della tartaruga (il 23) e quella europea dei parchi (il 24).

MINISTRO COSTA: TENERE ALTA L’ATTENZIONE SULLA TUTELA DELLA BIODIVERSITA’

Obiettivo del ministero guidato da Sergio Costa “tenere alta l’attenzione sulla tutela della biodiversità in tutte le sue sfaccettature per stimolare gli italiani a riscoprire la natura e la sua magica bellezza”. Ieri, intanto, la Commissione europea ha presentato la Strategia 2020-2030 sulla biodiversità mentre questa è anche la “Settimana Laudato Si”, indetta da Papa Francesco nel V anniversario della sua “Enciclica sulla cura della casa comune”. Il 2020, ricorda il ministero dell’Ambiente, è il “Super Anno” per l’Ambiente, è l’anno conclusivo del “decennio delle Nazioni Unite sulla biodiversità”. Ma, “nonostante numerose azioni positive svolte da diversi Paesi – avverte il ministero – la maggior parte degli obiettivi del Piano Strategico per la Biodiversità 2011-2020 non sarà raggiunto entro quest’anno mentre il Pianeta sta per affrontare una crisi ambientale senza precedenti, con un numero elevatissimo di specie sull’orlo dell’estinzione”.

Su 24zampe: Dopo il coronavirus Wuhan vieta per 5 anni il consumo di animali selvatici