Indica un intervallo di date:
  • Dal Al
Cane Corso

Lecce, bimbo di 8 mesi ucciso dal cane corso di famiglia

Due bambini aggrediti da cani di famiglia in provincia di Lecce nelle ultime ore. A Tricase un bimbo di otto mesi è morto mentre è ferito in modo non grave quello di tre anni azzannato al volto a San Cesario. Sono bastati pochi attimi, giusto il tempo il tempo di poggiare sul prato il piccolo che la mamma aveva in braccio e il cane si è avventato sul bimbo, mordendolo alla testa davanti agli occhi della donna e della nonna materna. É morto così un bimbo di 8 mesi di Tricase, in Puglia, azzannato dal cane di famiglia, un esemplare di razza corso, molossoide di grossa taglia. Per tutta la notte tra sabato e domenica i carabinieri hanno ascoltato le due donne presenti nella casa di campagna dove la famiglia accudisce oltre al corso, che è in casa da quattro anni, anche un altro cane.

IL CANE CORSO HA AGITO ALL’IMPROVVISO, MENTRE IL BIMBO ERA A TERRA

La casa si trova vicino a quella dove la famiglia abita e ieri pomeriggio le due donne e il bimbo erano andate nella casa di campagna per dare da mangiare agli animali. Il piccolo era in braccio alla mamma, stavano giocando, poi la donna per sbrigare una faccenda lo ha posato sul prato del giardino tenendolo sempre d’occhio. L’azione del cane è stata fulminea e la donna non ha potuto fermarlo. Quando è arrivato al pronto soccorso dell’ospedale locale per il bambino non c’era più nulla da fare. Il referto stilato dai medici é compatibile con il racconto fornito dalle donne. Così come il sopralluogo della scientifica. Il magistrato inquirente Alberto Santacatterina ha disposto l’ispezione cadaverica prima di restituire la salma per i funerali.

UN’ALTRA AGGRESSIONE NEL LECCESE: IL BIMBO DI 3 ANNI NON E’ GRAVE

Sempre nel leccese un bimbo di tre anni, di origini slovacche, è stato aggredito dal cane dello zio mentre si apprestava a pranzare con la famiglia. E’ accaduto a San Cesario. Il bimbo stava giocando in un’area esterna antistante l’abitazione dove era raccolta la famiglia, composta da circensi, quando il cane lo ha azzannato al volto. Soccorso, è stato trasportato all’ospedale Vito Fazzi di Lecce dove i sanitari gli hanno suturato una profonda ferita sulla fronte all’altezza del sopracciglio destro. Il piccolo è ricoverato nel reparto di Chirurgia pediatrica, sotto osservazione. Le sue condizioni non sono gravi. (post aggiornato l’8 luglio 2020 con le origini slovacche del bimbo morso a San Cesario)