Indica un intervallo di date:
  • Dal Al
NEW YORK, NY - APRIL 22: New York City Mayor Bill de Blasio holds up a copy of 'One NYC 2050' as he speaks the city's response to climate change at Hunters Point South Park, April 22, 2019 in the Queens borough of New York City. The Climate Mobilization Act passed the city council on last Thursday with a vote of 45 to 2.Two tenants of the city's 'Green New Deal' include a requirement that the city to switch entirely to renewable energy within five years and requiring private building owners to cut their emissions by 30 percent by 2030.   Drew Angerer/Getty Images/AFP
== FOR NEWSPAPERS, INTERNET, TELCOS & TELEVISION USE ONLY ==

Contro il climate change New York mette al bando la carne

Contro i cambiamenti climatici New York è pronta a sacrificare anche il suo famoso hot-dog. Il sindaco Bill de Blasio ha infatti approvato il “Green new deal”, un pacchetto da 14 miliardi di dollari per combattere i cambiamenti climatici. Tra molte misure, il piano ha anche l’obiettivo di eliminare la carne lavorata e di tagliare del 50% l’acquisto di carni rosse destinate alle strutture statali della città, tra queste scuole e ospedali. Il provvedimento è stato largamente condiviso dal consiglio comunale e votato con 45 favorevoli e solo 2 contrari. La Grande Mela è la prima nel paese a prendere misure così drastiche per tagliare il consumo di questo tipo di carni, il cui allevamento intensivo è indicato da organismi internazionali come responsabile del 15% delle emissioni di gas serra globali. Inoltre, nel 2015 l’Organizzazione mondiale per la sanità ha classificato le carni “processate” tra i cancerogeni. Salsicce, hot dog, bacon (pancetta) sono tutti fatti con carni lavorate di cui la dieta degli americani spesso abusa. Il piano di de Blasio mira a ridurre le emissione di gas del 30% entro il 2030. Sempre a New York si sta anche valutando la messa al bando delle pellicce, ne abbiamo scritto di recente su 24zampe, mentre da anni in città ci sono i “meatless mondays”, i lunedì senza carne nelle mense scolastiche per gli studenti. Soddisfatti della decisione gli animalisti di Peta. (foto Drew Angerer/Getty Images/Afp)

  • Dario |

    Caro Roberto, Probabilmente Fausto si riferiva ai danni collaterali del mangiar carne che
    Portano certamente a patolgie potenzialmente letali. Il fumo è più diretto e meno subdolo.
    Sulle ricerche “scientifiche” commissionate ho qualche dubbio su quello che affermava Veronesi
    Metterei la mano sul fuoco.

  • Roberto |

    sulla parte etica *NON entro

  • Roberto |

    Fausto Orazi, sulla parte etica entro, ognuno ha la sua di etica, ma “la carne uccide più del fumo” quando scrivi una puttanata del genere se vuoi evitare che chi non è analfabeta scientifico si faccia una risata, devi linkare gli studi scientifici che lo attestano:
    BADA BENE ho detto studi scientifici, no articoli su qualche blog, articoli pubblicati su riviste scientifiche peer reviewed, sai roba tipo The Lancet, New England Medical Journal, Cell, Science, Nature etc…

  • Dy |

    Chiedo scusa a Fausto e NON orazio

  • Dario |

    Orazio, concordo su quasi tutto MENO su Guido. Non essere offensivo, bisogna esporre le proprie idee in maniera pacata e responsabile. Inoltre è da apprezzare che una testata come il sole24 ore abbia una finestra aperta sugli altri terrestri curata da una persona sensibile come Guido che NON ha bisogno di azzecca garbugli come il sottoscritto.
    Viva gli animali anche umani come Guido e Orazio

  Post Precedente
Post Successivo