Indica un intervallo di date:
  • Dal Al
Live chickens for sale are seen in a cage at a 'wet market' in Hong Kong, China, 04 December 2013. An Indonesian domestic helper is in a critical condition at the Queen Mary Hospital in Hong Kong after contracting the deadly H7N9 avian influenza virus. Scientists in Hong Kong have confirmed the territory's first human infection with a deadly strain of bird flu, officials said 03 December. Health authorities urged residents to avoid contact with live poultry and to seek medical attention for any influenza-like symptoms.  ANSA/ALEX HOFFORD

1000 imprese alimentari alla Ue: basta gabbie per galline ovaiole

“Liberare” dalle gabbie le galline ovaiole. E’ la richiesta che una decina di grandi gruppi alimentari europei – tra cui le italiane Ferrero, Fattoria Roberti e Barilla – fanno a Ursula von der Leyen e ai vertici della Commissione Ue. In una lettera indirizzata anche alle commissioni europarlamentari competenti, più di mille imprese grandi e piccole – rappresentate da questi dieci giganti – chiedono lo stop alle gabbie per le galline ovaiole come primo impegno delle imminenti iniziative dell’Ue sul benessere animale. Le imprese italiane citate hanno già escluso le uova prodotte da allevamenti in gabbia dalle loro catene di approvvigionamento o si sono impegnate a farlo entro il 2025.

LA PETIZIONE END THE CAGE AGE HA RACCOLTO 1,4 MILIONI DI FIRME

Insieme a loro Aldi, Ikea, Jamie Oliver, Le Groupement Les Mousquetaires, Mondelēz, Nestlé e Unilever appoggiano la petizione Ue “End the Cage Age” per la fine dell’allevamento in gabbia, promossa nel nostro paese dagli animalisti di Ciwf – Compassion in World Farming, Animalisti Italiani, Amici della Terra, Animal Equality, Animal Law, Enpa, Hsi/Europe – Italia, Lac, Lav, Leidaa, Oipa, Partito Animalista Italiano. L’iniziativa ha raccolto 1,4 milioni di firme in tutta Europa. I risultati saranno presentati in forma ufficiale all’Europarlamento ad aprile. Poi a giugno la Commissione dovrebbe presentare una comunicazione per iniziare un processo legislativo per migliorare le norme Ue sul benessere animale, dalle gabbie al trasporto. La lettera integrale è pubblicata qui.