Indica un intervallo di date:
  • Dal Al
gabbie_ue

Ue, 1,4 milioni di firme contro gli animali allevati in gabbia

Sono quasi 1,4 milioni (esattamente 1.397.113) le firme dell’Iniziativa dei Cittadini Europei (Ice) End the Cage Age autenticate dagli Stati Membri dell’Ue e consegnate oggi alla Commissione europea per chiedere la fine dell’uso delle gabbie negli allevamenti. Lo rendono noto alcune delle 21 associazioni italiane che sono fra le 170 che aderiscono alla Coalizione europea End the Cage Age (Animal Equality, Ciwf Italia Onlus, Enpa, Lac, Lav, Legambiente, Leidaa) rilevando che “si tratta di una giornata storica e fra le più significative per la vita di centinaia di milioni di animali ancora allevati in gabbia nell’Ue e per tutti gli animali che sono costretti a vivere negli allevamenti intensivi nel mondo”. Le gabbie, proseguono le associazioni, “sono il simbolo per eccellenza della crudeltà degli allevamenti intensivi, che confinano grandi numeri di animali in spazi ristretti e chiusi, non rispettandone le esigenze etologiche e fisiologiche e rendendo tra l’altro necessario l’uso massiccio di antibiotici”. Sono oltre 300 milioni gli animali allevati in gabbia nel Vecchio Continente: suini, galline, conigli, oche, quaglie e vitelli.

HANNO FIRMATO ANCHE 90MILA ITALIANI

La Coalizione Italiana ha dichiarato: “Il successo schiacciante di questa iniziativa sia un messaggio chiaro anche per il Governo italiano. Al ministro delle Politiche Agricole Teresa Bellanova e al ministro della Salute Roberto Speranza chiediamo di sostenere anche in sede europea le richieste degli oltre 90mila cittadini italiani che hanno firmato l’Ice. “È necessario smettere di investire in sistemi anacronistici e crudeli come quelli in gabbia – dicono le associazioni – Chiediamo quindi che neanche un centesimo del Recovery Fund sia speso per ristrutturare, incentivare o costruire nuovi sistemi in gabbia, per nessuna specie”. Annamaria Pisapia, direttrice di Ciwf Italia Onlus e a sua volta membro del comitato di cittadini promotore dell’Ice ha concluso: “Oggi abbiamo scritto la storia per gli animali negli allevamenti. Niente sarà più come prima. Il messaggio che è emerso dallo strepitoso successo della nostra Ice non potrebbe essere più forte e più chiaro: i cittadini europei hanno preso posizione a favore degli animali e detto ‘basta gabbie, basta crudeltà'”. Le 21 associazioni italiane aderenti a End the Cage Age sono Animal Law, Animal aid, Animal Equality, Ciwf Italia Onlus, Lega Nazionale Difesa del Cane, Legambiente, Amici della Terra, Il Fatto Alimentare, Terra Nuova, Slow Food, Confconsumatori, Lega per l’abolizione della caccia, Jane Goodall Institute, Terra! Onlus, Animalisti Italiani, Enpa, Lav, Partito animalista, Leidaa, Oipa, Lumen.

Su 24zampe: Suini, Efsa: nei macelli personale incompetente e carenze strutturali

  • Anna |

    Basta con gli allevamenti intensivi…..siamo stanchi di veder soffrire

  • Marinella |

    Grazie a tutti coloro che hanno firmato che hanno voluto dire basta a questa crudeltà

  • Salvatore Savoca |

    Credo che la libertà sia un diritto. Essere umani animali non vi è alcuna differenza. Poniamo fine a questi allevamenti intensivi e lasciamo liberi di vivere queste povere creature!

  • Salvatore Savoca |

    Mettiamo finalmente fine agli allevamenti in gabbia dei poveri animali!

  • Dario |

    C’è anche al mia…

  Post Precedente
Post Successivo