Indica un intervallo di date:
  • Dal Al
cani_gatti_taglio

Ok agli spostamenti per ritirare cuccioli in allevamento e rifugi

Via libera alla consegna dei cuccioli da parte degli allevamenti. E’ arrivata la tanto attesa circolare che consente gli spostamenti per ritirare gli animali da compagnia ospitati in allevamenti professionali (codice Ateco 01.49)  e anche, se nella medesima regione, allevamenti amatoriali o rifugi. Se il cane o il gatto si trova in una regione diversa (o all’estero) è necessario utilizzare trasportatori autorizzati. Lo comunica la Direzione Generale della Sanità Animale e dei Farmaci Veterinari (Dgsaf) e la motivazione è nel titolo: “Emergenza COVID19 – Misure relative alla salute e al benessere degli animali”. Tutte le attività devono osservare le misure di distanziamento sociale e ogni altro obbligo previsto dalla normativa Covid-19. La circolare – inviata dal ministero della Salute a Prefetture, Regioni, Trasporti, Polizia Stradale, Dogane e Carabinieri Forestali – era attesa da settimane e solo 24zampe ha ricevuto circa 400 richieste di chiarimento (qui, qui e qui) da parte di cittadini che aspettano di poter accogliere un nuovo amico peloso in famiglia.

AUTORIZZATE LE ORGANIZZAZIONI DI PROMOZIONE E DIFESA DI ANIMALI

Sono permesse anche le attività delle organizzazioni per la promozione e la difesa degli animali rientranti sotto il Codice Ateco 94, “ivi compresi gli spostamenti volti all’accudimento e alla cura degli animali, da parte del personale delle associazioni le cui attività statutarie ricomprendono anche la cura degli animali, nel rispetto della L. 281/91 e delle leggi regionali di recepimento”. Consentite attività ludico sportive che coinvolgono cani (ad esempio agility o sleddog) e cavalli di atleti non professionisti e i relativi spostamenti, la vendita al dettaglio di piccoli animali domestici inclusi i movimenti a ciò connessi, lattività di toelettatura, l’accudimento e la cura degli animali detenuti nei canili e il servizio di accalappiacani. Infine, “sono consentite le terapie assistite con gli animali (TAA), che, come riportato nelle relative Linee Guida nazionali, richiedono apposita prescrizione medica”. (post aggiornato alle 22.20, corretto particolare sugli spostamenti extra-regionali, possibili solo utilizzando trasportatori autorizzati)

Qui il testo della circolare

  • Massimo Muiesan |

    Un cane sarà sempre fedele affidabile e affettuoso anche se entra in famiglia da adulto … Se però una persona vuole educare il suo cucciolo
    per il salvataggioo deve iniziare prima possibile..

  • Muiesan Massimo |

    Se salgo in auto assieme a mia moglie e mi reco a ritirare il figlio del mio cane a casa dell’allevatrice, oltretutto vaccinata, mi spiega che danno posso fare? Mi sembra che terrorismo fatto dal governo abbia avuto i suoi frutti!

  • Guido Minciotti |

    Si va verso un inasprimento delle misure, non mi sembra il momento di spostarsi se non ci sono ragioni più che valide. Se i cani sono accuditi al suo posto pazienterei. Grazie di leggere 24zampe saluti gm

  • Mauro |

    Salve, una domanda, dovrei andare in Abruzzo partendo dalla Lombardia per andare a prendere due cuccioli avuti da un cane di proprietà di mio padre, sono microcippati ma intestati per ora a mio fratello. Come potrei fare per andare visto che ci sono le restrizioni?. Grazie e buona serata

  • Guido Minciotti |

    Sessanta giorni sono il minimo (i vets consigliano tra i 60 e i 90 gg) e comunque con la pandemia ci sono altri benesseri che entrano in gioco. Il mio consiglio – se non vuole correre rischi – è quello di mandarlo a ritirare da un corriere specializzato, un taxipet, munito della documentazione del cane. Chi lavora si può muovere. Se la può tranquillizzare, uno dei miei cani è stato con la mamma fino a quasi sei mesi ed è un cane equilibrato e affettuoso. Grazie di leggere 24zampe, saluti gm

  Post Precedente
Post Successivo