Indica un intervallo di date:
  • Dal Al
cane_cina

In Cina nel 2019 spesi 26 miliardi € per gli animali domestici

I cittadini cinesi residenti in aree urbane hanno speso quest’anno un totale di 202,4 miliardi di yuan (circa 26 miliardi di euro) per animali da compagnia come cani e gatti, una cifra in aumento del 18,5% su base annua. La stima è contenuta in un rapporto pubblicato in collaborazione tra Goumin.com e Pet Fair Asia. Secondo questo studio, nel 2019 il numero di cani e gatti domestici nelle città cinesi dovrebbe raggiungere quasi i 100 milioni, in crescita dell’8,4% rispetto a un anno fa. I proprietari di animali domestici in Cina, rileva il rapporto, sono nati per lo più dopo il 1990, mentre tra questi risulta ulteriormente in crescita la quota di persone dai redditi e dai titoli di studio elevati.

IL CIBO PER DUE GATTI COSTA 765 EURO L’ANNO

Hou, una ragazza cinese di 28 anni, ne è un perfetto esempio. Residente nella città di Chengdu, capoluogo della provincia sud-occidentale del Sichuan, l’anno scorso per i suoi due gatti la donna ha speso 6mila yuan (765 euro), in gran parte per acquistare cibo. “Ho acquistato cibo in scatola proveniente dagli Stati Uniti, dalla Nuova Zelanda, dal Giappone e dalla Thailandia, oltre a barrette di concentrato di carne, fegato di vitello e maiale per fornire loro una migliore alimentazione e un maggior gusto”, ha spiegato Hou. “Se ho tempo, per loro cucino anche ricette che trovo online”.

LA SOCIETA’ CINESE INVECCHIA E SI FANNO MENO FIGLI

La tendenza evidenziata nel rapporto ha a che fare con lo stile di vita contemporaneo in Cina. “Una società che invecchia e un minor numero di figli sono tra i motivi principali per cui molti cinesi decidono di accogliere in casa degli animali domestici”, ha rilevato Liu Xiaoxia, amministratore delegato di Goumin.com, una delle maggiori comunità online dedicate ai proprietari di animali domestici in Cina, con oltre 19,2 milioni di utenti registrati. “Mantenere degli animali da compagnia soddisfa le esigenze emotive di molti cinesi”, ha aggiunto il manager. “Il nostro rapporto ha dimostrato che quasi il 60% dei proprietari di animali domestici considera i propri amici a quattro zampe come dei figli”.

PREVISTA UNA CRESCITA DEL 18% ANNUA PER 5 ANNI

All’aumentare dei redditi, i proprietari di animali da compagnia hanno cominciato a spendere di più per i propri animali. Secondo un rapporto di Euromonitor International, in Cina chi accoglie in casa animali domestici non solo opta per alimenti di alta qualità, ma spende anche di più in prodotti per l’igiene, capi di abbigliamento e accessori. Euromonitor International prevede che il settore cinese dei prodotti e servizi dedicati agli animali da compagnia crescerà a un tasso medio annuo del 18,2% nei prossimi cinque anni e rappresenterà oltre un ottavo del mercato globale entro il 2024. (Ansa-Xinhua)

This photo taken on September 2, 2019 shows China's first cloned kitten called Garlic at the Chinese company Sinogene, a pet cloning outfit which has cloned more than 40 pet dogs since 2017, in Beijing. - To clone a dog costs a hefty 380,000 yuan (53,000 USD) and 250,000 yuan (35,000 USD) for a cat. (Photo by STR / AFP)

Settembre 2019 – La Cina annuncia la prima clonazione commerciale di un gatto (Garlic, nella foto sopra)

  • Dario |

    In contorni?…

  Post Precedente
Post Successivo