Indica un intervallo di date:
  • Dal Al
This undated image courtesy of Kim Curinga shows "Cat Portraits," by Curinga. Curinga shot a series of feline portraits and manipulated them in Photoshop to look like pop art. One of the hottest trends in home decor is hanging photographic art, which makes a big impact without costing a lot.      (AP Photo/Kim Curinga ) NO SALES

Agenda animale, gli appuntamenti del weekend del 23-24 novembre 2019

Per segnalazioni scrivere entro il giovedì precedente al weekend a 24zampe@ilsole24ore.com o a twitter@24zampe

+++

EXPO FELINA, PISA, SABATO 23 E DOMENICA 24 NOVEMBRE 2019

Alla Stazione Leopolda di Pisa sabato 23 e domenica 24 novembre 2019 c’è “Un gatto per amico”, Esposizione Internazionale Felina organizzata sotto l’egida di ENFI – Ente Nazionale Felinotecnica Italiana. Appuntamento in piazza Guerrazzi con orario di apertura al pubblico dalle 10.00 alle 19.00. Nei due giorni di gara si susseguiranno molti gatti alla ricerca dei vari titoli previsti nel Campionato Internazionale. Ci saranno le razze più classiche, come persiani, esotici, ragdoll e blu di Russia, british, scottish, highland ma anche alcuni esemplari di razze rare come i kurilian bobtail. A valutare la rispondenza agli standard internazionali sarà una giuria internazionale di tutto rispetto proveniente da Belgio, Bielorussia, Francia e Italia. Oltre a vari stand dedicati al mondo del gatto tra cui vendita di libri, pannelli informativi e angoli per bambini, l’esposizione ospita due associazioni di tutela dei gatti meno fortunati. OIPA Modena farà conoscere il mondo dei gatti disabili e sarà possibile scoprire cosa vuol dire vivere con un “gatto a trazione anteriore” come Felix e incontrarne alcuni. L’Associazione “Gatti Pisa” illustrerà le difficili vite dei gatti abbandonati e bisognosi di cure e il grande impegno e sacrificio che serve per recuperarli, ospitarli, nutrirli, curarli e dare loro la possibilità di trovare una nuova famiglia. Sarà possibile per tutti i visitatori prendere contatto con loro per aiutarle nel difficile lavoro di tutti i giorni ed eventualmente per adottare uno di questi mici sfortunati ma non per questo meno belli o meno dolci. (nella foto sopra, Ap, “Cat Portraits” di Kim Curinga, particolare di un’opera ispirata alla pop-art)

+++

mercatini-natale-24-novembre

BRUNCH E MERCATINI DI NATALE, MONZA, DOMENICA 24 NOVEMBRE 2019

C’è aria di Natale anche tra i micetti. Così l’associazione Gattolandia – Onlus per la tutela del gatto di Monza domenica 24 novembre 2019 organizza dalle 13 alle 17 nella sede del gattile di via Sardegna 73b un magico brunch natalizio con annessi mercatini. La festa è aperta a tutti e organizzata con lo scopo di far conoscere i mici ospitati dall’associazione, tra cui anche tanti cuccioli in cerca di casa.

+++

INCONTRO SUI GATTI, LISSONE (MB), SABATO 23 NOVEMBRE 2019

Sabato 23 novembre 2019 a Lissone in provincia di Monza Brianza c’è un evento a sostegno dei gatti randagi del Gattile Fusi. Un seminario formativo tenuto da Ilaria Mariani, consulente della relazione felina (diplomata Siua- Scuola Interazione Uomo Animale) in cui vengono ripercorse le tappe della “storia d’amore” fra l’uomo e il gatto dal neolitico ai giorni nostri, per poi concentrarsi poi sulla conoscenza vera e propria del micio: i comportamenti tipici dei nostri felini, i loro bisogni e i loro desideri profondi. Inoltre il pubblico viene guidato a imparare a leggere la comunicazione che il gatto mette in atto con l’uomo e nei confronti dei suoi simili. Infine, si parla di alcuni comportamenti comuni come “fare la pasta”, mordicchiare o graffiare e si approfondiranno anche questioni più tecniche come cosa sono i “feromoni” e come agiscono nei rapporti tra gatti. L’incontro è dalle 15.30 alle 18.00 presso l’aula didattica del Gattile Fusi, in via della Industrie 70, e per tutti i presenti ci sarà un piacevole coffee break. Viene richiesta un’offerta di almeno 15 euro interamente da destinare ai mici gestiti dall’associazione Randagi Per Caso ONLUS presso il Gattile Fusi. Info qui.

+++

wegman_lugano

MOSTRA FOTOGRAFIA, LUGANO (SVIZZERA), FINO AL 6 GENNAIO 2020

Al museo Museo d’Arte della Svizzera italiana-Masi di Lugano, fino al 6 gennaio 2020, sono esposte le fotografie dei weimaraner di William Wegman, artista americano multidisciplinare ma noto nel panorama artistico mondiale per le immagini con protagonisti i suoi elegantissimi cani. La mostra si intitola “Being human”. “Il fotografo ha fatto degli esemplari di questa razza il soggetto principale dei suoi scatti, rappresentando attraverso loro personaggi, tendenze di moda e movimenti della storia dell’arte con ingegno e ironia”, spiega il museo. Il primo quattrozampe a entrare nell’obiettivo di Wegman è stato Man Ray negli anni Settanta, poi Fay Ray, Penny, Bobbin, Chip, Chundo, Crooky e diverse generazioni di loro cuccioli. Wegman scatta Polaroid di grande formato, istantanee in un unico esemplare, non ritoccate, che esaltano tanto la spontaneità dei soggetti quanto l’abilità del fotografo in assoluta sintonia con i suoi cani. Il percorso espositivo si compone di novanta Polaroid e una decina di stampe ai pigmenti selezionate da William A. Ewing. La mostra a Lugano è la prima tappa europea di un tour mondiale iniziato un anno fa.

+++

19_the-golden-couple-marsel-van-oosten-wildlife-photographer-of-the-year

MOSTRA WPY, MILANO, FINO AL 22 DICEMBRE 2019

Tornano a Milano le immagini naturalistiche del Wildlife Photographer of the Year. Fino al 22 dicembre 2019 alla Fondazione Luciana Matalon (in Foro Bonaparte, 67) è possibile vedere gli scatti premiati nelle 19 categorie del premio fotografico più prestigioso al mondo. Organizzato dall’Associazione culturale Radicediunopercento di Roberto Di Leo, l’evento presenta le 100 immagini – selezionate tra le 45mila arrivate alla giuria – premiate alla 54a edizione del concorso di fotografia indetto dal Natural History Museum di Londra. Oltre alla foto vincitrice – del fotografo olandese Marsel van Oosten – The Golden Couple (categoria Animal Portraits, foto sopra), che raffigura due scimmie dal naso dorato nella foresta temperata delle montagne cinesi di Qinling, si possono vedere a Milano un leopardo che si sveglia dal sonno nella Mashatu Game Reserve, nel Botswana (del sedicenne Skye Meaker, Young Wildlife Photographer of the Year 2018: Lounging Leopard), un orso marsicano che di notte attraversa le strade di un paesino del Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise (Crossing paths di Marco Colombo, vincitore Natura urbana), Eye to Eye di Emanuele Biggi, Mister Whiskers di Valter Bernardeschi, Sinuous Moves di Lorenzo Shoubridge tra le altre. Previste serate di approfondimento e presentazione di libri con rinomati fotografi di natura che si terranno di sabato alla Casa della Cultura (alle 21 in via Borgogna 3, sempre a Milano). In programma: il 23 novembre Marco Urso, con tema I felini africani – Differenze, curiosità di comportamento, pericoli per il futuro, il 30 novembre Marco Colombo, con Paesaggi bestiali, il 14 dicembre Lorenzo Shoubridge presenta il libro Apuane terre selvagge e il 21 dicembre Stefano Unterthiner racconta il libro On assignment – Una vita selvaggia. Colombo è anche a disposizione per visite guidate alla mostra presso la Fondazione Matalon, ogni venerdì dalle 19.30 (su prenotazione). Aggiornamento: su 24zampe le foto vincitrici della 55esima edizione.

+++

balene_dgt_m_loc

BALENE DIGITALI, MILANO, FINO AL 30 SETTEMBRE 2020

All’Acquario civico di Milano c’è “Digital whales”, un progetto che porta i cetacei nel centro della città. Non si tratta di veri cetacei nelle vasche, naturalmente, ma di un’esperienza multimediale interattiva promossa da Comune, Acquario, Istituto Tethys, Verdeacqua e Fondazione Cariplo che, grazie alla realtà aumentata, vede protagoniste sei specie di mammiferi marini, presentate una ogni due mesi: capodoglio, balenottera comune, stenella striata, globicefalo, megattera, orca. Le prime quattro comuni nel Mediterraneo (e in particolare nel Santuario Pelagos, la vasta area marina protetta per i cetacei compresa tra Liguria, Corsica e Montecarlo), le altre due occasionali nelle nostre acque ma emblematiche degli animali più affascinanti e amati nel mondo. “Tra gli argomenti trattati – spiegano gli organizzatori -, oltre alle caratteristiche delle specie non mancheranno informazioni sulle minacce che oggi incombono su questi animali mettendone a rischio la sopravvivenza, dalla plastica all’inquinamento acustico al traffico marittimo ai cambiamenti climatici, e su cosa ognuno può fare per tutelare i cetacei nel loro (e nostro) ambiente”. Dopo il capodoglio (nella foto sopra), che ha inaugurato la serie di presentazioni, tocca alla balenottera comune (dal 1/12/2019), alla stenella striata e altri delfini (dal 1/2/2020), al globicefalo (dal 1/4/2020), alla megattera (dal 1/6/2020) e infine all’orca, uno degli animali più suggestivi della Terra (dal 1/8/2020). Speciali incontri con i ricercatori dell’Istituto Tethys saranno organizzati ogni due bimestri.