Indica un intervallo di date:
  • Dal Al
Exif_JPEG_PICTURE

Agenda animale, gli appuntamenti del weekend del 4-5 febbraio 2017

Per segnalazioni scrivere a 24zampe@ilsole24ore.com

+++

MOSTRA D’ARTE, COMO, FINO AL 26 FEBBRAIO 2017

A Como una mostra corale che vuole sensibilizzare sul rispetto degli animali: “Esseri Animali”, degli artisti Armando Fettolini, Simone Fugazzotto, Maurizio L’Altrella e Davide Puma e con la partecipazione dei giovani artisti giapponesi Caori Fujita e Haruki Matsumoto. L’esposizione vuole indagare alcuni aspetti che fondono insieme il mondo animale con quello della specie umana, ma ripresi dal nostro punto di vista. Quello che nella loro figura e nel loro essere vediamo o vogliamo vedere di noi, gli atteggiamenti, le movenze, l’istinto e le espressioni che ci accomunano. “Il nostro obiettivo – spiega una nota – è quello di far riflettere e possibilmente sensibilizzare i media e l’opinione pubblica sul rispetto verso gli animali che non sono poi così diversi da noi. Loro non sono esseri umani, sono Esseri Animali”. La mostra presenta quattro artisti italiani che rappresentano quattro diverse direzioni metodologiche e concettuali della nuova figurazione artistica italiana. Diversi tra loro, gli artisti esprimono i loro concetti attraverso le fattezze degli animali scelti, ognuno dedica attenzione a specie e razze diverse. “Esseri Animali” è in mostra dal 3 al 26 Febbraio 2017 da martedì a sabato 10-13 e 15-19:30, domenica 26 febbraio 15:00 – 19:00 alla MAG in Via Vitani, 31 a Como.

banner-facebook

+++

MOSTRA FOTOGRAFICA, BARD (AO), DA SABATO 4 FEBBRAIO 2017

Il Forte di Bard ospita da domani al 4 giugno l’anteprima italiana della 52esima edizione del Wildlife Photographer of the Year, il più prestigioso riconoscimento dedicato alla fotografia naturalistica indetto dal Natural History Museum di Londra. Le immagini sono esposte negli spazi delle Cannoniere. Una selezione di dieci scatti si può vedere qui sul sito del Sole 24 Ore. Il pubblico a Bard può ammirare un’emozionante gallery che ripercorre le 100 migliori fotografie naturalistiche scattate nel 2016, che testimoniano il lato più affascinante del mondo animale e vegetale. Tra di esse “Vite intrecciate” del fotografo americano Tim Laman (nella foto sotto) che ritrae, da circa 30 metri d’altezza, un orangotango del Borneo che si arrampica sul tronco di un albero “come una fuga simbolica dalla distruzione della foresta pluviale indonesiana”. In realtà, il giovane scimmione sale sul fico strangolatore del Gunung Palung National Park perchè ghiotto dei suoi frutti. Per avere uno scatto frontale del primate, il fotografo ha impiegato tre giorni a posizionare fotocamere GoPro, arrampicandosi lui stesso in cima all’albero con l’aiuto di un sistema di funi. Il premio per la categoria Giovani è andato al britannico Gideon Knight che ha immortalato la silhouette di un corvo e del sicomoro su cui riposa, “poetiche figure nere che si stagliano contro il profondo blu e la luna di un magico cielo notturno”. In mostra anche le foto vincitrici nelle sedici categorie del premio, selezionate da una giuria internazionale in base a criteri tecnici, artistici e interpretativi tra le quasi 50mila foto candidate e inviate da 96 Paesi di tutto il mondo. Tra gli autori degli scatti esposti anche molti italiani: Walter Bassi, Hugo Wassermann, Fortunato Gatto, Stefano Baglioni, Nicola Di Sario, Marco Colombo, Valter Binotto (vincitore categoria Piante e funghi) e Stefano Unterhiner. Altre informazioni qui.

01-tim-laman_wildlife-photographer-of-the-year_-grand-title-winner

+++

FESTA DI FINE CACCIA, TREVISO, SABATO 4 FEBBRAIO 2017

Fdgndndnh

finecaccialav

+++

RETTILI & CO., ROMA, FINO AL 26 FEBBRAIO 2017

A Roma, al museo Museo Civico di Zoologia di via Ulisse Aldrovandi, 18, fino al 26 febbraio c’è la mostra “Zanne, corazze e veleni. La lotta per la sopravvivenza di insetti, ragni, anfibi e rettili”, un’esposizione che ha come punto di forza diverse specie di animali vivi, presentati all’interno di 14 vivari che riproducono il loro habitat naturale. Le specie esposte appartengono a differenti gruppi sistematici e presentano curiosi adattamenti per sopravvivere. Tra gli esemplari in mostra la migale Lasiodora papahybana, la mantide orchidea Hymwenopus coronatus, la salamandra Ambystoma tigrinum e il serpente foglia Phylodrias baroni. Nessuno degli animali esposti appartiene a specie pericolose o sottoposte a un qualche regime di protezione (Convenzione di Berna, IUCN, Direttiva Habitat, Leggi Regionali). L’aspetto innovativo di questa mostra sta nella presentazione di pannelli tematici con “racconti fotografici” che mettono in evidenza gli aspetti più interessanti della biologia dei suoi protagonisti. Un video introduttivo, costituito da una sequenza di immagini in movimento, con transizioni e dissolvenze corredate di didascalie, racconterà alcuni dei casi di studio più interessanti, presentandoli con brevi storie fotografiche. Le sezioni fotografiche e video, a cura di Emanuele Biggi e Francesco Tomasinelli, forniscono un ampio supporto visivo che consente di apprezzare meglio le caratteristiche degli animali in terrario. A corredo della mostra sono in calendario cinque appuntamenti con le visite guidate per adulti e bambini e alcuni laboratori scientifici rivolti alle scuole di ogni ordine e grado. I laboratori comprendono la visita guidata alla mostra e all’intero percorso espositivo del Museo. Entrambe le attività, a cura della Cooperativa Myosotis, verranno realizzate a richiesta e solo su prenotazione. Per saperne di più cliccare qui.

baby-iguana

+++

MOSTRA, ROMA, DA DOMENICA 29 GENNAIO 2017

La civetta, enigmatico volatile notturno a cui si attribuiscono poteri magici, è la protagonista di una mostra ospitata dai Musei di Villa Torlonia, proprio nella Casina delle Civette, dal 29 gennaio al 30 aprile. Tre civette sul comò. CivettArte, spiega nella splendida costruzione liberty, 67 opere realizzate per l’occasione, da altrettanti artisti provenienti, oltre che dall’Italia, da Austria, Belgio, Danimarca, Francia, Germania, Giappone, Grecia, Iraq, Irlanda, Lussemburgo, Olanda e Spagna. Sono in mostra non solo dipinti e sculture, ma anche ventagli, aquiloni, gioielli, ricami, libri, video, abiti, cappelli, burattini, che intessono un dialogo continuo con gli elementi decorativi dell’edificio che ospita il Museo della vetrata Liberty e che deve il suo nome a quelle di Duilio Cambellotti dedicate alle civette. Attraverso le tecniche e i materiali più vari (vetrata, macramè, mosaico, video, cartapesta, affresco, bronzo, tessitura, legno, gesso, bronzo, olio su tela) gli artisti offrono la loro interpretazione del tema della civetta con uno sguardo ironico, incantato, surreale. Il titolo della mostra nasce sulla suggestione della filastrocca “Ambarabà ciccì coccò tre civette sul comò”, è curata da Stefania Severi e Maria Grazia Massafra e si inaugura sabato 28 gennaio. Dall’11 marzo, Giornata Europea della Civetta, Villa Torlonia ospita fino ad aprile, eventi, corsi, concerti e visite a Civettarte.

civette

+++

MOSTRA MANIMALI, MILANO, FINO A SABATO 4 FEBBRAIO 2017

Chiude domani sera la mostra “Manimali” di Guido Daniele alla Fondazione Luciana Matalon di Milano. L’esposizione presenta una serie di dipinti a olio raffiguranti mani dipinte con figure animali insieme ad alcune stampe fineart di fotografie scattate durante le sue performance live di body painting. Il lavoro delle cosiddette “Manimali” inizia nel 2000: Daniele sceglie le mani, un elemento fortemente espressivo del corpo, e le posiziona in modo tale che arrivino a rappresentare i lineamenti dell’animale che intende dipingere. In questo modo le mani si trasformano in una tela sulla quale l’artista raffigura in modo iperrealista i ritratti di serpenti, elefanti, pappagalli, zebre, cavalli, cani e molto altro. La tridimensionalità, il gioco di luci ed ombre e l’utilizzo di colori e dettagli così fedeli alla realtà fanno in modo che le “Manimali” sembrino prendere vita da un momento all’altro, smascherando il vero volto delle famose e sconosciute silhouette delle ombre cinesi. Guido Daniele, nato a Soverato (Cz) nel 1950, partecipa a mostre personali e collettive dal 1968. E’ impegnato per la protezione della fauna selvatica e ha collaborato con associazioni ambientaliste e di beneficenza come il Wwf, Jane Goodall Institute, DelfinAid, Innocence in Danger, Plan, Apneef e Liliane Fonds. La mostra – aperta in Foro Bonaparte 67 a Milano dal martedì al sabato dalle 10 alle 19, domenica e lunedì chiusa – è dedicata a Brigitte Bardot, amante degli animali e animalista convinta, che ha ringraziato l’artista con un messaggio autografo: “Je regrette de ne pouvoir participer à votre expositiòn mais vous adresse tous mes voeux de réussite et surtout toute mon admiration à Guido Daniele pour son exceptionnel talent. Je suis épou stouflée devant les photos de ses peintures sur mains, c’est absolument magique! Je vous embrasse de tout mon coeur, Brigitte Bardot.” (Mi dispiace di non poter partecipare all’esposizione ma vi mando i miei migliori auguri e, soprattutto, la mia ammirazione per Guido Daniele e per il suo eccezionale talento. Sono rimasta estasiata davanti ai suoi dipinti sulle mani, assolutamente magici! Vi abbraccio con tutto il cuore, BB).

manimali

+++

TEMPO PER L’INFANZIA, RACCOLTA FONDI IN TUTTA ITALIA, FINO AL 27 FEBBRAIO 2017

C’è tempo fino al 27 febbraio 2017 per sottoscrivere ‘Grazie Pet‘, raccolta di fondi online per estendere l’attività di pet therapy con i cani nell’Unità operativa complessa di neuropsichiatria infantile dell’Irccs Mondino di Pavia. L’iniziativa avviata dalla cooperativa Tempo per l’infanzia di Milano sulla piattaforma Fidalo (http://www.fidalo.eu/) risponde a 3 valori, spiega una nota: la sensibilità verso i bambini e gli adolescenti che soffrono gravi patologie, tra cui l’anoressia; l’amore per gli animali e la riconoscenza per l’affetto che regalano a tutti, in particolare a chi è in difficoltà; l’impegno medico-scientifico di una struttura ospedaliera che ha forti radici sul territorio di Pavia. La campagna proseguirà fino a febbraio con l’obiettivo di raggiungere i 6 mila euro. I fondi serviranno appunto a sostenere l’attività di pet therapy nella Neuropsichiatria infantile del Mondino, diretta da Umberto Balottin, con il coinvolgimento di animali particolarmente preparati e personale altamente formato secondo linee guida nazionali. Il nuovo progetto da finanziare amplia nel 2017 il numero dei pazienti già coinvolti in “Alimentiamoci con amore my Pet‘, sostenuto da Fondazione Cariplo.

cane_pet_therapy