Indica un intervallo di date:
  • Dal Al
amstaff2

Sassuolo, anziana muore sbranata da 2 cani in cortile privato

AGGIORNAMENTO DEL 16 OTTOBRE 2021 – INDAGATA LA BADANTE: OMESSA VIGILANZA

La badante che martedì sera a Sassuolo, nel Modenese, si stava occupando della 89enne morta sbranata da due cani nel cortile di una vicina villa dopo essere uscita da casa in stato confusionale sarà indagata dalla procura di Modena con l’ipotesi di reato di omessa vigilanza. Un atto dovuto che permetterà ai pm di chiarire se ci siano responsabilità alla base della tragedia. A riportare la notizia è la stampa locale. L’anziana martedì si trovava in casa proprio con la badante, convinta quest’ultima che stesse dormendo. Quando il figlio della vittima ha telefonato alla assistente domestica, su invito della polizia, chiedendole di verificare l’effettiva presenza della 89enne in casa, la scoperta che la donna era uscita, finendo nel cortile della vicina villa, all’interno del quale si trovavano i due cani di razza Amstaff, probabilmente scambiando il cancello con quello della propria abitazione. Il figlio della 89enne in questi giorni successivi alla tragedia ha sempre espresso parole di apprezzamento nei confronti della badante per il lavoro svolto.

+++

POST DEL 13 OTTOBRE 2021

Una donna di 89 anni è morta sbranata da due cani di razza Amstaff dopo essere entrata per errore, in stato confusionale, nel cortile di una villetta. È successo ieri sera a Sassuolo (Modena). Lo riporta il Resto del Carlino. La vittima ha perso la vita a pochi metri dalla propria abitazione da dove pare si fosse allontanata eludendo la sorveglianza della badante. Sono intervenuti la squadra mobile della Polizia, i carabinieri e la scientifica, oltre al 118 anche se l’anziana all’arrivo era già morta. L’attacco è avvenuto davanti a una bimba, che era davanti al cancello della villa in attesa della madre. Secondo una prima ricostruzione, la stessa bimba avrebbe detto all’anziana “Cosa ci fai qui?”.

SI CERCANO SPIEGAZIONI AL COMPORTAMENTO DEI CANI

I due cani, si ipotizza, potrebbero aver assalito la signora per istinto protettivo nei confronti della bambina. Sul luogo della tragedia giunto anche il figlio dell’anziana, che stava cercando la madre allontanatasi da casa: “Non era mai uscita dall’abitazione, non so come sia potuto accadere”, le sue parole. Nella villa di Sassuolo al lavoro anche la polizia scientifica e il medico legale. Alcune risposte alle domande sulla dinamica di quanto accaduto potrebbero arrivare dalle telecamere di videosorveglianza della villa. (Ansa, foto di archivio)

Su 24zampe: Ok della Camera a tutela di ambiente e animali in Costituzione

Tags:
  • Dario |

    Disgrazia immane…
    Ho Apprezzato le parole del figlio “Mia madre non doveva essere lì”
    Probabilmente è stato l’istinto di protezione verso i bambini.

  Post Precedente
Post Successivo