Indica un intervallo di date:
  • Dal Al
trex

Il censimento dei dinosauri: i T. Rex sono stati circa 2,5 miliardi

I Tirannosaurus Rex vissuti sulla Terra sono stati complessivamente 2,5 miliardi. E’ il risultato del primo ‘censimento’ di quelli che sono tra i dinosauri più famosi in assoluto, pubblicato sulla rivista Science dall’Università della California a Berkeley. Nello studio sono stati messi in relazione la massa corporea e la densità di popolazione degli animali viventi per stimare i tratti tipici delle specie estinte, secondo la cosiddetta legge di Darmuth, in base a cui la densità di una specie decresce con le dimensioni del corpo a un tasso prevedibile. Un modello che secondo i ricercatori, guidati da Charles Mashall, può essere applicato a qualsiasi creatura estinta usando i dati appropriati.

t-rex-family

CI SONO STATI 20MILA T. REX RESISTITI PER 127MILA GENERAZIONI

Sulla base dei dati presenti nella letteratura scientifica, i ricercatori hanno stimato che questi dinosauri arrivassero alla loro maturità sessuale a 15 anni, che ogni generazione e’ vissuta circa 19 anni , che da adulti questi giganti del passato pesassero circa 5,2 tonnellate e che la loro densità media di popolazione era di circa 1 individuo ogni 100 chilometri quadrati, su un’area complessiva di 2,3 milioni di chilometri quadrati. Partendo da questi dati, i ricercatori hanno ‘calcolato che sono stati circa 20mila i T. Rex vissuti simultaneamente in un determinato momento sul pianeta e che sono resistiti per 127mila generazioni: il totale è di 2,5 miliardi di T. rex nell’arco arco di 2,5 milioni di anni. Sono arrivati fino a noi i resti fossili di 1 su 80 milioni di essi, ma i resti finora scoperti appartengono ad appena un centinaio di individui; nella maggior parte si tratta di singole ossa e sono 32 gli esemplari ben conservati nei musei. (Ansa, nella foto sopra una scena del film “Jurassic World: Fallen Kingdom”)

Su 24zampe: Trovato nell’ambra il più piccolo fossile di dinosauro: 7,1 mm (2020)

  • Dario |

    Chissà chi farà il nostto…

  Post Precedente
Post Successivo