Indica un intervallo di date:
  • Dal Al
In this Sept. 16, 2019 photo, the orangutan Sandra stands in her enclosure at the former city zoo now known as Eco Parque, in Buenos Aires, Argentina. The solitary life of the 33-year-old orangutan with will take a turn towards the end of September when she leaves Buenos Aires for the United States, where after a quarantine period in Kansas she is expected to become the new resident of the Center for Great Apes in Florida. (AP Photo/Natacha Pisarenko)

C’è un posto per Sandra nel “santuario” delle scimmie in Florida

AGGIORNAMENTO DELL’8 NOVEMBRE 2019 – SANDRA ARRIVATA IN FLORIDA

sandra_7d333c6b5f7c49038703de81c83dcc5d

Terminata la quarantena in Texas, l’orangutan 33enne Sandra è arrivata al Center for Great Apes di Wauchula, in Florida. Nel “santuario” (sanctuary, cioè rifugio) potrà trascorrere il resto della vita in condizioni sociali e spaziali migliori di quelle che aveva all’ex zoo Palermo, ora Ecoparque, di Buenos Aires, in Argentina, dove ha sempre vissuto dopo essere nata in Germania. (foto Keith VonStein/Center for Great Apes/AP)

sandra_370a94aefd354f098a08bbdd0c60ca5d

+++

POST DEL 25 SETTEMBRE 2019

A 33 anni per Sandra inizia una nuova vita. Non più da sola nel proprio recinto all’ex zoo Palermo di Buenos Aires ma in un “sanctuary” – un rifugio – in Florida, specializzato nell’accoglienza delle grandi scimmie: il Center for Great Apes. Sandra è l’orangutan cui il giudice argentino Elena Liberatori nel 2015 ha riconosciuto l'”habeas corpus“, definendolo legalmente “non un animale ma una persona non umana”, titolare di diritti. E’ grazie a quella pronuncia se Sandra “sarà in grado di trascorrere il resto della sua vita in una situazione più dignitosa”, ha spiegato all’Ap la Liberatori, nomen omen. “Con quella sentenza volevo dire alla società qualcosa di nuovo: gli animali sono esseri senzienti e il primo diritto che hanno è il nostro obbligo di rispettarli”, ha aggiunto. Sandra è nata in uno zoo in Germania e poi trasferita in Argentina un quarto di secolo fa. Ha vissuto la maggior parte della sua vita all’Ecoparque argentino in un recinto (nelle foto sotto Natacha Pisarenko/Ap) delle dimensioni di un campo da basket e in condizioni – unica della sua specie a Buenos Aires – giudicate inadeguate dai difensori dei diritti degli animali. Il trasferimento di Sandra è previsto per giovedì 26 settembre, anche se prima di arrivare in Florida dovrà fermarsi in Kansas per un periodo di quarantena. (post aggiornato con le dichiarazioni della Liberatori)

orangutan_sandra99efdd3467904020b4cef4d366805e3e

orangutan_sandrabc302835c74d4a9dbe4b95126eaee54b

orangutan_sandra_e096fab22ef0478cbce7adebb0d18c40

  • Guido Minciotti |

    Probabile, in Argentina una larghissima fetta della popolazione è di origine italiana. Sempre grazie di leggere 24zampe e saluti gm

  • Maria Pia |

    Che bella definizione “…una persona non umana” e sono felice che l’abbia inventata una donna di origine italiana, a quanto sembra.

  Post Precedente
Post Successivo