Indica un intervallo di date:
  • Dal Al
A moment of the annual Palio dell'Assunta in Siena, Italy, 16 August 2014. The Palio di Siena is held twice each year on 02 July and 16 August and is one of the world's most important horse races. The Palio dell'Assunta held on 16 August honours the Assumption of Mary.  ANSA/ FABIO DI PIETRO

Cavalli “taroccati” al Palio di Siena, condannato Trecciolino

AGGIORNAMENTO DEL 19 GIUGNO 2019 IN CODA – ANIMALISTI: NO A DIRETTA RAI DEL PALIO

+++

Il fantino plurivittorioso al Palio di Siena Luigi Bruschelli, detto Trecciolino, è stato condannato a 4 anni e 10 mesi per falso in atto pubblico ma è stato assolto dall’accusa di maltrattamento di animali. E’ la sentenza del giudice del tribunale di Siena Luciano Costantini dopo oltre un’ora e mezzo di camera di consiglio. Condannato per lo stesso reato anche il veterinario Mauro Benedetti a 2 anni e 7 mesi. Assolti invece i fantini Enrico Bruschelli, detto Bellocchio, e Sebastiano Murtas, detto Grandine. Il pm Sara Faina, aveva chiesto 5 anni e 10 mesi per Luigi Bruschelli, 3 anni e 3 mesi per il figlio Enrico, 3 anni e 15 giorni per Murtas e 3 anni e 2 mesi per il veterinario. L’inchiesta era partita nel 2015: secondo l’accusa i quattro hanno sostituito i microchip a 2 cavalli per “taroccarli” e farli passare da mezzosangue al fine di eludere il regolamento sull’iscrizione degli animali all’albo del Comune di Siena che dà accesso al Palio. I due cavalli non hanno comunque mai partecipato al Palio di Siena. Bruschelli e il veterinario sono stati anche condannati al risarcimento delle parti civili, diverse associazioni animaliste e il Comune di Siena, costituitosi solo per il reato per cui i 2 imputati sono stati condannati. Trecciolino è stato anche interdetto dai pubblici uffici per 5 anni.

Per saperne di più qui tutti i post di 24zampe sulla vicenda.

+++

AGGIORNAMENTO  DEL 19 GIUGNO 2019 – ANIMALISTI: NO A DIRETTA RAI DEL PALIO

“Cavalli sostituiti e trattati come macchine per correre: in attesa delle motivazioni, il quadro che emerge dal processo di Siena sugli equini scambiati al Palio manda in frantumi la ‘favola’ degli animali amati e tutelati come fossero contradaioli a quattro zampe”. Così in una nota congiunta le associazioni Enpa e Leidaa, parti civili con l’avvocato Claudia Ricci al processo che ieri a Siena ha condannato “a vario titolo per falso, in parziale accoglimento delle richieste del pm Sara Faina, a 4 anni e 10 mesi di reclusione, a 5 anni di interdizione dai pubblici uffici e al risarcimento dei danni il fantino Luigi Bruschelli detto Trecciolino e a 2 anni e 7 mesi il veterinario Mauro Benedetti”. Le due associazioni tornano a chiedere che il Palio “non trovi spazio sulle reti Rai”. Una presa di posizione in questo senso è arrivata nei mesi scorsi dal consigliere Rai Riccardo Laganà. Di “una verità processuale clamorosa, una battaglia giudiziaria senza precedenti, condotta da Lav a difesa dei cavalli e per fare luce su ‘trucchetti’ inquietanti avvenuti sulla pelle dei cavalli” parla poi la Lav secondo la quale “sarebbe stato importante ottenere la confisca obbligatoria dei cavalli coinvolti: un principio di civiltà giuridica che garantisce la reale tutela degli animali coinvolti”.