Indica un intervallo di date:
  • Dal Al
2019-03-31t204826z_1514487568_rc13250c7300_rtrmadp_3_kazakhstan-animals

Compie 40 anni la Direttiva Uccelli, Lipu: “Decine di specie salvate”

Quarant’anni fa, “il 2 aprile 1979 nasceva a Bruxelles la direttiva Uccelli, la legge comunitaria che ha cambiato la storia della conservazione della natura in Europa e che tuttora, assieme alla direttiva Habitat, rappresenta il pilastro fondamentale per la tutela della biodiversità”. Lo ricorda la Lipu-BirdLife Italia rilevando che “grazie alla direttiva, 5.646 zone di protezione speciale sono state create in tutta Europa, 500 specie di uccelli nidificanti o svernanti presenti in Europa protette e molte di loro sono state salvate dall’estinzione”. E tuttavia, aggiunge la Lega per la protezione degli uccelli, “il cammino di tutela non è certo concluso: solo in Italia sono 77 le specie di uccelli che oggi versano in uno stato di cattiva conservazione (su 250 nidificanti in Europa) e molte le infrazioni della direttiva in molti Paesi europei, il che chiama ad una sua più piena e anche innovativa applicazione, anche alla luce delle nuove grandi sfide ambientali in atto, dal clima alla gestione delle risorse, dal consumo del suolo al lavoro da fare per città più verdi, sostenibili e intelligenti”.

fenicotteri_4c0c2aa2575d5c4abce1ab87ce9d73af

A MAGGIO A MILANO UNA SERIE DI EVENTI CELEBRATIVI

In occasione del 40esimo anniversario della direttiva, la Lipu annuncia una serie di eventi celebrativi che si svolgeranno a Milano, al Museo della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci a maggio. “La direttiva Uccelli ha avuto un impatto fortissimo sulla conservazione della natura, sotto il profilo sia tecnico che culturale – afferma Danilo Selvaggi, direttore generale della Lipu-BirdLife Italia -. Grazie alla direttiva, la protezione degli uccelli è diventata una questione prioritaria e trasversale, da affrontare superando le tradizioni più retrograde (si pensi all’uccellagione, alle cacce durante la migrazione degli uccelli o alle forme di persecuzione dei rapaci, ritenuti portatori di malaugurio) e guardando agli innumerevoli legami che uniscono gli uccelli agli habitat, all’agricoltura, alle pratiche umane, alla cultura”. (nella foto in alto Pavel Mikheyev/Reuters una migrazione di gru damigella di Numidia, la più piccola e comune della specie. Nella foto qui sopra Ismael Herrero/Epa fenicotteri rosa nell’oasi di La Mancha, in Spagna).

  • Marzo 2019 – Tordi, merli, cesene: 2mila uccelli sequestrati in allevamenti nel forlivese e liberati
  • Aprile 2018 – Le specie aliene, come gatti e topi, sono la principale causa d’estinzione degli uccelli
  • Marzo 2018 – Francia, calo degli uccelli nelle campagne. E in Italia va anche peggio: colpa degli insetti scomparsi
  • Marzo 2017 – A Livorno il convegno “Architetture e fauna”: come costruire bird-friendly