Indica un intervallo di date:
  • Dal Al
Puppies sit in kennel at a frontier guards' cynology centre near the town of Smorgon, some 140 km (87 miles) northwest of Minsk, January 11, 2013. The centre prepares instructors with trained dogs for guarding Belarus' border and also sells puppies and dogs, which are not fit for service at the border, to civilians in the country.   REUTERS/Vasily Fedosenko (BELARUS - Tags: ANIMALS MILITARY SOCIETY TPX IMAGES OF THE DAY)

Agenda animale, gli appuntamenti del weekend del 17-18 dicembre 2016

Per segnalazioni scrivere a 24zampe@ilsole24ore.com

+++

ESPOSIZIONE CANINA, ROMA, SABATO 17 E DOMENICA 18 DICEMBRE 2016

Sarà un ‘Super dog show 2016′ all’insegna dei primati quello che si svolgerà sabato e domenica per la prima volta alla Nuova Fiera di Roma, con circa tremila cani in gara per trecento razze che daranno il meglio di se’ in passerella per contendersi il titolo e le maxi-coccarde a cura del Kennel Club Roma. Oltre 300 razze riconosciute si esibiranno sul ring d’onore: dal chihuahua all’alano e anche razze rare come il Dandie Dinmont Terrier. Presenti i cani da pastore e bovari, pinscher, schnauzer, molossoidi, terrier, bassotti, spitz, segugi, bloodhound, cani da ferma, cani da cerca, da riporto e da acqua, cani da compagnia e levrieri. Sara’ una due-giorni unica per gli amanti del cane, alla quale però non potrecco accedere i visitatori con animali al seguito (vista la presenza gia’ massiccia dei cani in gara e le esigenze tecnico sanitarie). Sara’ una prima assoluta nella Capitale in due ampi padiglioni con una doppia Esposizione internazionale: sabato col Gruppo Cinofilo Capitolino e domenica col Kennel Club Roma. Main sponsor: Royal Canin (Partner Sponsor anche Farmina, Trainer e Monge). La manifestazione e’ riconosciuta dall’ente nazionale della Cinofilia Italiana (Enci) e possono partecipare cani di razze riconosciute dalla Federazione Cinologica Internazionale (Fci). Prevista la presenza e esibizioni della Scuola italiana Cani Salvataggio (sabato, a cura di Roberto Gasbarri www.canisalvataggio.it), dei cani della Protezione civile, Obedience (sabato e domenica, alle 12 e alle 17) con l’educatore cinofilo Mauro Bassano www.dogvillage.info) e Attacco e Difesa (a cura dell’educatore Carlo Faggioli), Dog Dance (con Nicoletta Bellucci), Scent Game e dimostrazioni di toelettatura su diverse razze eseguite da grandi professionisti del settore (http://www.eurtoelettatura.it). L’evento avra’ inoltre un risvolto sociale a favore dell’ associazione Aida&a onlus (www.aidaea.it) della Provincia di Roma che sta portando avanti il nobile progetto ‘Il Casaletto’ (per ristrutturare un piccolo casaletto a Mazzano Romano, vicino al rifugio ‘La Grande Oasi’, dove, a rotazione, ospitare i cani anziani, quelli disabili, i cuccioli di cani e gatti, in un ambiente protetto e familiare, per garantire loro un’assistenza continua).

+++

12-bulldogday-locandina

RADUNO BULLDOG INGLESI, MILANO, DOMENICA 18 DICEMBRE 2016

Sono simpatici, giocherelloni e vanno d’accordo con tutti, amici a due o quattro zampe che siano. Sono i bulldog inglesi del CBIL, il Club dei Bulldog Inglesi Lombardi, il gruppo fondato su Facebook nel 2014 da Matteo Gavioli per riunire tutti gli amanti di questa razza canina della Lombardia e di tutto il Nord Italia, che conta già quasi 1000 adesioni. Dopo il successo dell’edizione bergamasca di ottobre, durante la quale furono raccolti oltre 1150 euro devoluti interamente in beneficenza, per festeggiare il Natale insieme ai loro padroncini i “bulli” provenienti anche dalla Svizzera, si raduneranno per la 12° edizione dell’ormai celebre #BulldogDay domenica 18 dicembre dalle 15.00 alle 17.00 all’interno dell’area cani del Parco Sempione, area attrezzata adiacente all’Arena Civica, con ingresso da via Legnano o piazza Lega Lombarda. Grazie alla collaborazione e al patrocinio del Comune di Milano, con un particolare ringraziamento all’Assessorato a Turismo, Sport e Tempo libero, gli organizzatori hanno ottenuto l’autorizzazione per organizzare il mega-raduno nel bellissimo Parco Sempione, il parco più grande e attrezzato del centro del capoluogo lombardo, raggiungibile facilmente con i mezzi pubblici milanesi, come la metropolitana, il bus e il tram. Per l’occasione il gruppo premierà i bulldog vestiti da Babbo Natale, angioletti e renne più belli apprezzati dai partecipanti dell’evento, che eleggeranno dopo un’originalissima “sfilata” all’interno dell’area cani i bull-costumi più divertenti e simpatici. Ma il CBIL è nato anche e soprattutto per fare del bene: come sempre saranno presenti anche i gadget dell’EBRI, l’English Bulldog Rescue Italia, per portare avanti con successo il nostro sostegno solidale nei confronti di chi si prende cura dei bulli meno fortunati. Sono attese circa 300 persone e oltre 150 esemplari da tutta la Lombardia e anche da oltre i confini regionali per una giornata che si annuncia divertente e appassionante per chi ama i cani e in generale gli amici a 4 zampe. Un evento aperto a tutti, grandi e piccini, per passare una giornata all’aria aperta e in compagnia di tanti esemplari di bulldog inglese e appassionati cinofili. In caso di maltempo la manifestazione si svolgerà comunque.

Questo il link del gruppo CBIL:

https://www.facebook.com/groups/BullidellaPorada/

Questo il link dell’evento ufficiale su Facebook:

https://www.facebook.com/events/1209531129135510/

+++

brugia-e-valeria

METICCI 2.0, ROMA, DOMENICA 18 DICEMBRE 2016

Meticci 2.0, la rivincita dei cani non di razza si evolve in un cambiamento di immagine: da poverini a vincenti. E’ il messaggio che sarà lanciato durante il “Dakota Day”, un giornata speciale dedicata agli amici a quattrozampe salvati dalla strada o fuori target, che si svolgerà il prossimo 18 dicembre dalle ore 18.00 presso la sala teatro del Millenium Center in via Tor Tre Teste a Roma. Testimonial d’eccezione: Brice Martinet e Danilo Brugia (nella foto), che hanno partecipato agli scatti di Elio Leonardo Carchidi per un calendario a tema ideato con l’intento di promuovere l’adozione responsabile, perché anche dietro le sbarre di un canile ci sono animali da amare e coccolare. Vivere il cane a 360°, dall’educazione allo sport, una vita insieme in cui mani e zampe si uniscono cercando di rispettare il proprio modo di essere e dando vita ad una convivenza in cui ognuno si dona all’altro: è la filosofia di vita adottata dall’associazione Dakota, fondata da Valeria di Bartolomeo, che nasce nel 2011 con lo scopo di puntare i riflettori sull’importanza di diffondere la cultura cinofila a prescindere dalla razza. Durante il “Dakota Day” si terranno numerose iniziative volte a sensibilizzare il pubblico, tra queste la presentazione del calendario con le immagini dei cani scelti mese per mese e la loro bellezza senza canoni (dove cioè il requisito necessario per partecipare era non avere i requisiti), ma anche incontri con gli esperti, dibattiti, filmati ed infine l’assegnazione di un riconoscimento, “The Dakota Green Day”, quest’anno consegnato a Loredana Cannata, Marco Capretti, Stefano Fresi, attribuito a personalità dell’arte, dello spettacolo, dello sport, dell’ambiente che nella vita privata siano impegnati nel sociale, nella cultura, nell’etica,  e il cui esempio va celebrato perché l’emulazione è un fenomeno possibile, cultura e consapevolezza portano cultura e consapevolezza. (Comunicato)

+++

SI’ ALLA RICERCA, MILANO, DOMENICA 18 DICEMBRE 2016

Pochi investimenti e il nodo della prossima scadenza della moratoria sul divieto dell’utilizzo di animali nelle ricerche sugli xenotrapianti d’organo e sulle sostanze d’abuso. Il mondo della ricerca in piazza per alzare la voce e ribellarsi a una tendenza “che umilia l’Italia di fronte agli altri Paesi europei”. Domenica 18 dicembre dalle 10 alle 11.30, in via Mercanti a Milano le Associazioni Pro-Test Italia, Research4Life e Italia Unita per la scienza, insieme a numerosi ricercatori, cittadini e associazioni di malati, a cui sta a cuore il futuro della ricerca e della salute pubblica, si daranno appuntamento per denunciare “uno stato di cose inaccettabile”. “Investire in innovazione e in ricerca scientifica di base e applicata, significa garantire il benessere attuale e migliorare le opportunità delle future generazioni. Purtroppo, però, l’Italia non sembra in grado di riconoscere questa priorità né a livello economico, né a livello legislativo: sono solo 32 milioni di euro all’anno gli investimenti destinati a progetti di ricerca di interesse nazionale. Importo che, invece, dovrebbe essere decuplicato per consentire al nostro Paese di essere competitivo in Europa – proseguono le associazioni – affiancando gli standard di Paesi come Gran Bretagna, Germania e Francia, per non parlare di quelli Scandinavi, oltre che nel mondo, bloccando al contempo quella iattura nota come ‘fuga dei cervelli’. Inoltre assurdi divieti alla ricerca biomedica in campo pre-clinico sottraggono competitività ai ricercatori italiani mettendo l’Italia, anche, a rischio di costose procedure di infrazione da parte della Comunità europea”. “In sostanza – denunciano – si nega ai ricercatori italiani di poter fare ciò che è garantito ai loro colleghi in tutto il resto del mondo e per questo l’Italia potrebbe essere multata. Non ultima tra le problematiche, la scadenza della moratoria sul divieto dell’utilizzo di animali nelle ricerche sugli xenotrapianti d’organo e sulle sostanze d’abuso che, se non venisse rinnovata per un tempo equo, causerebbe uno stop di anni ad un settore strategico del Paese”, affermano i ricercatori.
Tra i relatori, è annunciata la presenza di Emilia De Biasi, presidente della Commissione Igiene e Sanità del Senato; Anna Scavuzzo, vice sindaco del Comune di Milano; Chiara Tonelli, prorettore alla ricerca dell’Università degli Studi di Milano; Marco Cappato, associazione Luca Coscioni per la libertà di ricerca scientifica; Giuliano Grignaschi, segretario generale di Research4Life; Luca Carra, direttore di Scienzainrete.it, Gruppo 2003 per la ricerca scientifica.

+++

NO ALLA VIVISEZIONE, MILANO, TORINO E FIRENZE, SABATO 17 E DOMENICA 18 DICEMBRE 2016

L’evento nazionale è organizzato da Riscatto Animale con la collaborazione di LEAL Lega Antivivisezionista, Animalisti Italiani, Animal Renegades e Iene Vegane. Saranno giornate di informazione per dire NO alla  frode scientifica della sperimentazione animale. In tre grandi città italiane Milano, Torino e Firenze associazioni animaliste scendono nelle piazze con tavoli informativi e video presidi contro Telethon e la ricerca in vivo. A loro sostegno anche la campagna di “VEGANOK per il sociale”, dove in un videoclip che sarà mostrato nelle piazze, testimonial d’eccezione dicono NO alla sperimentazione animale e alle associazioni non profit che raccolgono fondi per finanziarla. In una nota gli organizzatori precisano: “Non intendiamo attaccare la ricerca scientifica in quanto tale, al contrario: l’obiettivo è fare campagna affinché la scienza utilizzi metodi adeguati ai tempi che siano affidabili per l’uomo senza fare strazio di milioni di animali”. Scienziati, animalisti e cittadini accusano Telethon di destinare solo una minima parte dei fondi alla ricerca e, come da loro dichiarato, risulta solo il 35,5% alla voce “delibere per ricerca”. Telethon è quindi a tutti gli effetti una azienda che specula sulla malattia: dati di bilancio riferiscono infatti che fino al 2013 aveva raccolto oltre 1 miliardo di euro, senza aver debellato malattie e guarito bambini. In 26 anni di ricerca finanziata con donazioni e tasse di ignari cittadini, Telethon non ha trovato neppure una cura definitiva registrata; in compenso ha speso 450 milioni di euro per ricerca con animali, ha retribuito centinaia di dipendenti assunti della sola Telethon Italia, ha pagato quasi tremila progetti e finanziato 1500 ricercatori. Sono stati però pubblicati più di diecimila articoli scientifici utili per gli avanzamenti di carriera dei ricercatori, ottenuti sulla pelle di milioni di animali segregati, avvelenati, mutilati, deturpati, uccisi. I cittadini hanno diritto di pretendere che Telethon ed enti analoghi non distraggano ingenti risorse economiche che potrebbero essere destinate a una vera e affidabile ricerca. (Comunicato)

+++

img_9935

NATALE A SEI ZAMPE, MILANO, DOMENICA 18 DICEMBRE 2016

Quest’anno, a Natale, tutti i cani sono invitati a scendere in pista. Sarà, infatti, Magazzini Generali, la nota discoteca in via Pietrasanta 18, zona Ripamonti, a ospitare Happy Mylandog Christamas, l’ormai tradizionale villaggio natalizio a sei zampe di Mylandog, in collaborazione con RadioBau. Domenica 18 dicembre, dalle ore 10.30 alle 20, i cani e il loro mondo saranno protagonisti di una grande festa sotto l’albero. Festa delle associazioni che si occupano di tutela, accoglienza, cura e diritti degli amici a quattro zampe. Saranno presenti, a raccontare progetti e presentare tante occasioni di adozione, le realtà “amiche di branco” di Mylandog: Lida Olbia, Amicisetter, Rott for Life, Diamoci la Zampa, Arca della Code, ISR Setter, Cocker’a Angels Rescue, El Rayo Verde, Salva la Zampa. Festa dei bambini, che potranno conoscere sempre meglio i segreti della vita del e con il cane, grazie ai laboratori tutti dedicati a loro realizzati da “Pet Therapy tempo per l’infanzia”,  e saranno invitati a una grande merenda a fine pomeriggio. Alle 17, infatti, verrà organizzato per tutti il classico brindisi di Natale, con panettone, pandori e bollicine. Festa delle golosità anche per i cani, con dolcetti e chicche pensati apposta per loro. Festa dei pacchettini. Nel villaggio non mancheranno proposte di piccoli pensieri da impacchettare per amici e familiari. Set fotografico per un “tradizionalissimo” e ben augurante bacio sotto il biscotto. E alle 18, per concludere in una perfetta atmosfera natalizia, il concerto gospel dei Gospel Project, insieme alla cantante Noè con il suo fido cagnolino Kinder. Accanto al locale, zona parco per poter passeggiare e far sfogare i nostri amici cani. (Comunicato)

 

+++

cani_gatto_brera

#DICEMBREALMUSEO, MUSEI STATALI DI TUTTA ITALIA, TUTTO DICEMBRE 2016
Per tutto il mese di dicembre 2016 i protagonisti saranno gli animali. Si tratta dell’iniziativa social “#dicembrealmuseo”. Parte infatti il 1° dicembre la campagna promossa dal Mibact e chiamata “Lo zoo delle meraviglie”, che invita tutti i visitatori dei musei a cercare gli animali tra le collezioni statali, postarli e condividerli sui social utilizzando gli hashtag #dicembrealmuseo e #zoodellemeraviglie. La campagna e’ promossa su tutti i social network del Mibact, ma ha il suo cuore nel profilo instagram @museitaliani, nato lo scorso agosto, in occasione delle Olimpiadi di Rio, per rilanciare le opere del patrimonio culturale italiano dedicate allo sport. Tutte le locandine della campagna di #dicembrealmuseo su http://www.beniculturali.it/dicembrealmuseo. (nella foto di 24zampe, Veronese-Paolo Caliari, Cena a casa di Simone, 1570, Pinacoteca di Brera a Milano: al centro del quadro due cani litigano con un gatto)
+++
bambina_gatto

TEMPO PER L’INFANZIA, RACCOLTA FONDI IN TUTTA ITALIA, DA DOMENICA 30 OTTOBRE 2016

Parte domenica 30 ottobre ‘Grazie Pet‘, raccolta di fondi online per estendere l’attività di pet therapy con i cani nell’Unità operativa complessa di neuropsichiatria infantile dell’Irccs Mondino di Pavia. L’iniziativa viene avviata dalla cooperativa Tempo per l’infanzia di Milano sulla piattaforma Fidalo (http://www.fidalo.eu/) e risponde a 3 valori, spiega una nota: la sensibilità verso i bambini e gli adolescenti che soffrono gravi patologie, tra cui l’anoressia; l’amore per gli animali e la riconoscenza per l’affetto che regalano a tutti, in particolare a chi è in difficoltà; l’impegno medico-scientifico di una struttura ospedaliera che ha forti radici sul territorio di Pavia. La campagna proseguirà fino a gennaio con l’obiettivo di raggiungere i 6 mila euro. I fondi serviranno appunto a sostenere l’attività di pet therapy nella Neuropsichiatria infantile del Mondino, diretta da Umberto Balottin, con il coinvolgimento di animali particolarmente preparati e personale altamente formato secondo linee guida nazionali. Il nuovo progetto da finanziare amplia nel 2017 il numero dei pazienti già coinvolti in ‘Alimentiamoci con amore my Pet‘, sostenuto da Fondazione Cariplo.

+++

STORIE DI UNA BALENA, FIRENZE, DAL 12 MAGGIO 2016

Una balena preistorica circondata da una ricca fauna fossile, testimonianza della comunità marina che si è venuta a creare attorno al cetaceo adagiatosi sul fondale. E’ la sorpresa offerta a partire dal 12 maggio dal Museo di Storia Naturale dell’Università di Firenze con “Storie di una balena”, nuova sala espositiva permanente all’interno della sezione di Geologia e Paleontologia, già ricca di importanti testimonianze fossili della Toscana. Lo scheletro del cetaceo, risalente al Pliocene e lungo 10 metri, è stato rinvenuto nel 2007 presso Orciano Pisano, in un campo coltivato, alla profondità di appena 50 centimetri. La balena, recuperata nella sua connessione anatomica e restaurata dai paleontologi dell’Ateneo, viene esposta insieme ad altri reperti fossili (mammiferi, pesci e invertebrati) che per lungo tempo hanno ricavato risorse energetiche dalla decomposizione della carcassa. “Per la prima volta in Italia sarà possibile osservare – spiegano i curatori Stefano Dominici ed Elisabetta Cioppi – che cosa è successo in tempi geologici nella comunità marina creatasi alla morte della balena. Vogliamo offrire la sensazione di camminare sul fondo del mare dell’antichità, a 100-150 metri di profondità, grazie anche a un allestimento innovativo, coinvolgente e multimediale, curato dall’architetto Lorenzo Greppi”. Il percorso espositivo presenta, fra l’altro, le varie specie che hanno tratto energia vitale dalla carcassa, anelli della catena alimentare dell’ecosistema: squali, granchi, ricci di mare. E, ancora, gli animali vissuti insieme alla balena: delfini, capodogli, foche, razze e altri pesci, tartarughe marine e uccelli.