Indica un intervallo di date:
  • Dal Al
AFP_G14UH

Spagna, migliaia di manifestanti Pacma in piazza a Madrid: “Basta con la corrida”

Migliaia di spagnoli sono scesi in piazza a Madrid per chiedere l’abolizione delle corride. “Corrida, toreri, scuola di crudeltà”, “Corrida vergogna nazionale”, “Ti vogliamo vivo” disegnato su un toro, erano alcuni degli striscioni e dei cartelloni esposti nella piazze madrilene e dal corteo che ha raggiunto il parlamento. Con un megafono la portavoce del Pacma, il partito contro i maltrattamenti animali, invitava alla “abolizione di tutti gli spettacoli con i tori e delle feste sanguinarie”. Il partito, alle elezioni del giugno scorso, è riuscito a raccogliere 284mila voti. “Il toro sente, soffre, è un mammifero superiore, come noi”, protesta Chelo Martin Pozo, professore di 39 anni. “La corrida è una vergogna nazionale e se è la corrida che mi rappresenta, allora in non sono piu spagnola”, fa valere una ragazza di Siviglia. Ma al passaggio del corteo, molti cittadini hanno replicato “non è vero, sono menzogne”, a dimostrazione di quanto il tema sia divisivo nel paese. Dopo la Catalogna, altre regioni e comuni spagnoli hanno vietato le corride o interrotto le sovvenzioni alle feste con animali. Secondo il quotidiano El Pais, nel 2015 sono state organizzate in Spagna 1.736 corride e feste con tori, vale a dire 132 in meno che nel 2014. (nella foto sopra Afp/Curto De La Torre, la manifestazione di oggi, con lo striscione in cui si legge “Ti vogliamo vivo”. Sotto, Puerta del Sol gremita di migliaia di dimostranti)

AFP_G14T4

  • Clara |

    Questa vergogna deve finire,è indegna di un paese civile.Noi tutti gli anni andiamo nel sud della Francia dall’Italia per manifestare contro questa barbarie.Mi conforta che gli spagnoli contrari siano così numerosi. Coraggio,non mollate

  • Zofia |

    È ora di fermare le corride.

  Post Precedente
Post Successivo