Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Australia, la moglie di Johnny Depp evita il carcere per il trasporto illegale di cani

epa05264973 US actor Johnny Depp (R) and his wife US actress Amber Heard (L) leave the Southport Magistrates Court in Southport, on the Gold Coast, Australia, 18 April 2016. Heard, 29, pleaded guilty before an Australian court for producing false quarantine documents for her two dogs when entering the country last year. Heard, accused of illegally importation of the animals, admitted the charges at the beginning of the trial at the Southport Magistrates Court in Queensland in Eastern Australia where she arrived on 18 April with Depp, surrounded by a large crowd of reporters and fans. EPA/GLENN HUNT AUSTRALIA AND NEW ZEALAND OUT EDITORIAL USE ONLY

AGGIORNAMENTO DELLE 10.30 – PER LA HEARD UN MESE DI BUONA CONDOTTA E MILLE DOLLARI DI CAUZIONE

L’attrice e modella Amber Heard, a processo in Australia per aver introdotto illegalmente nel Paese due cani, suoi e del marito Johnny Depp, ha evitato il carcere e se l’è cavata con una cauzione di mille dollari legata a un mese di buona condotta. La coppia di Hollywood si è scusata pubblicamente per la gita non autorizzata dei suoi due terrier in un video consegnato al tribunale di Southport, nel Queensland, nel quale Depp afferma che gli australiani sono «unici» proprio come la loro natura. Nel video la coppia loda le severe leggi sulla biosicurezza australiane, mentre il tribunale ha accettato di far cadere le accuse di contrabbando di animali che pendevano su Heard. In cambio l’attrice e modella si è dichiarata colpevole di aver falsificato la sua dichiarazione di ingresso alla dogana australiana, nella quale non menzionava i due Yorkshire che avevano viaggiato con lei sul jet privato arrivato a Brisbane il 21 aprile dello scorso anno. Nel bizzarro video presentato alla corte, che secondo il legale di Heard ha l’obiettivo di «realizzare un qualche bene pubblico», mettendo in luce i seri controlli sulla sicurezza animale in Australia, Heard descrive «un tesoro di di piante, animali e persone unici».  Depp prosegue dicendo che «gli australiani sono altrettanto unici, caldi e diretti, se non rispetti la legge australiana, te lo dicono con fermezza». Un chiaro riferimento alle parole dell’allora ministro dell’Agricoltura e oggi vicepremier Barnaby Joyce, che quando scoppiò lo scandalo invitò pubblicamente i due attori a riportare subito i due Yorkshire, Pistol e Boo, a casa in California altrimenti li avrebbe fatti sopprimere. Heard nel video dice di essere «davvero dispiaciuta di non aver dichiarato Pistol e Boo» e aggiunge «proteggere l’Australia è davvero importante». Depp chiude dicendo «dichiarate tutto quando andate in Australia».

+++
AGGIORNAMENTO DELLE 9.25 – AMBER HEARD SI DICHIARA COLPEVOLE
La moglie di Johnny Depp, Amber Heard, si è dichiarata colpevole di falsificazione di documenti nella “guerra ai terrier”, dopo aver portato i suoi due cani in Australia sul suo jet privato lo scorso anno. La sentenza è attesa già oggi. La vicenda finì sulla prime pagine dei giornali di tutto il mondo a maggio scorso, quando il ministro dell’Agricoltura australiano Barnaby Joyce minacciò di far sopprimere i due Yorkshire terrier, Pistol e Boo, se non si fossero “tolti di torno, tornando negli States”. Due capi d’accusa di contrabbando di cani sono caduti durante l’udienza al tribunale della Gold Coast. Ma Heard ha ammesso di aver falsificato la sua dichiarazione di arrivo in Australia, nella quale non faceva menzione dei due cani. Una limousine nera ha depositato l’attrice-modella e la star di Hollywood Depp, in cravatta, davanti alla Southport Magistrates’ Court nello stato del Queensland (nella foto Epa/Glenn Hunt i due lasciano la corte). Entrambi indossavano giacche nere e sono stati scortati dalle guardie del corpo nella ressa di giornalisti, tra le grida di “Vai Johnny” e “Ti amiamo”. Heard ha consegnato alla corte un video nel quale esprime “rimorso” per la vicenda e offre “scuse pubbliche”, riferisce la Australian Broadcasting Corporation. Heard ha incolpato lo staff di Depp dell’errore, sostenendo che era loro compito occuparsi della documentazione. Il suo legale Jeremy Kirk ha detto che si è trattato di un “terribile, terribile errore, non c’è stato un tentativo di inganno”. La sentenza è attesa nella giornata di oggi e nella lista dei testimoni ci sono 12 persone, non è certo se Depp sarà tra essi. La presenza dei cani in Australia venne alla luce solo quando furono portati in un salone di toeletta molto dopo il loro arrivo. Gli animali, arrivati con un jet privato in Queensland, dove Depp stava girando l’ultimo episodio delle serie cinematografica “Pirati dei Caraibi”, furono rapidamente allontanati dal Paese dopo i titoli di giornale e le minacce del ministro. Depp ha scherzato sull’incidente a settembre: “ho ucciso i miei cani” ha detto. “E li ho mangiati su diretto ordine di un pancione sudato australiano”. Ma Heard aveva giurato di non tornare mai più in Australia, prima di ieri. Aveva già proposto di dichiararsi colpevole di falsificazione di documenti se fossero cadute le accuse di contrabbando, ma il dipartimento dell’Agricoltura australiano aveva rifiutato la proposta, fino all’udienza di ieri. In Australia vigono severe leggi contro le infezioni animali e chi importa un cane nel Paese dagli Usa deve dichiararlo e sottoporlo a una quarantena di dieci giorni. Chi viola la legge rischia da una multa a dieci anni di carcere.
+++
johnny-depp-amber-heard_cut
POST ORIGINALE DELLE 8.25
La superstar di Hollywood Johnny Depp e sua moglie, l’attrice Amber Heard (nelle foto con i loro cani) sono atterrati all’Australian Gold Coast per prendere parte ad un processo che dovrà stabilire se la Heard abbia, lo scorso anno, illegalmente introdotto i due cani di piccola taglia nel paese. Lo hanno riportato ieri i media australiani. La coppia era attesa a bordo di un jet privato, che è atterrato al Coolangatta Airport ieri mattina, come hanno riferito l’emittente ABC e il giornale Courier Mail. L’orario del volo, nelle primissime ore della mattinata, è stato previsto per evitare foto dei media. Sembra che la Heard, circa un anno fa, abbia introdotto in Australia di contrabbando i suoi due Yorkshire terriers, Pistol and Boo, facendoli volare sul jet privato, mentre Depp stava girando l’ultimo capitolo della saga “Pirati dei Caraibi”. Ne abbiamo scritto qui su 24zampe. Il processo è previsto per oggi a Southport, nel nord est di Queensland. Depp potrebbe essere chiamato come testimone. La legge australiana sulla quarantena per gli animali è una delle più restrittive del mondo. Ne abbiamo scritto qui su 24zampe. Se l’attrice 29enne fosse dichiarata colpevole, rischia fino a 10 anni di prigione ed una multa di 100mila dollari australiani (poco più di 68mila euro).