Indica un intervallo di date:
  • Dal Al
indovina

“Indovina chi viene a cena” porta Rai3 nella pancia della balena

Domani sera, domenica 21 ottobre, torna alle 20.30 su Rai3 il programma di Sabrina Giannini “Indovina chi viene a cena“.  In questa puntata, dal titolo “Nella pancia della balena”, la Giannini propone tre reportage: dalla Norvegia, dalle isole Faroer (Danimarca) e dall’Italia. L’Europa vieta il commercio e il consumo della carne di balena all’interno degli Stati membri. Fuori dall’Ue però, in Norvegia, continua la mattanza e la commercializzazione del cetaceo. “Ma se la Norvegia non fa parte dell’Unione Europea non si può dire lo stesso della Danimarca che consente alle isole Faroer, dotate di uno statuto speciale, di fare una mattanza di balene pilota perché tradizione locale. Tra deroghe e concessioni, gli interessi commerciali prevalgono ancora una volta sul principio di precauzione, la tutela della salute e il diritto alla trasparenza dei cittadini europei”. Si parla anche di latte biologico, che si pensa “venga munto da vacche al pascolo… non è sempre così, ma dovrebbe”, spiega l’autrice. “E quando in Italia si chiude un occhio perché fa comodo… quell’occhio l’apriamo noi”.Durante la trasmissione la Giannini aspetta i “telespettatori social” su twitter per il “live tweeting” alle 20.30 sulla pagina del programma, per commentare insieme la puntata con l’hashtag #ICVAC. Tutti i programmi dopo la messa in onda sono disponibili gratuitamente su Raiplay.

AGGIORNAMENTO DEL 21 OTTOBRE ORE 18.50

I reportage della terza puntata sono quattro e non tre: “Mostrano come l’ambiente e gli animali siano protetti e amati quando fa comodo. Contrari alla Caccia e alla carne alla Balena? Ma si può alle Faroer (Danimarca!). La buona notizia è che l’alto tasso di mercurio sta diventando un deterrente. Un’altra buona notizia è il drastico calo del consumo di carne di balena in Norvegia. Poi la ricerca di un orso polare sempre più “fantasma” a causa di politiche ambientali europee ipocrite. Infine ci piace il latte biologico e le mucche al pascolo? Aumenta la domanda e si allargano le maglie”, scrive l’autrice oggi su fb.

  • Maddalena ortino |

    Non sono riuscita a seguire il servizio sulle balene. Ci vuole coraggio(o indifferenza?). Io non reggo di fronte alla sofferenza di queste creature. Cerco di attivarmi come posso, ma bisogna riuscire ad incidere con forza per far cambiare i regolamenti esistenti.

  • Dario |

    Le “tradizioni” parola sotto cui, spesso, si celano abomini mostruosi e sofferenze indicibili.
    Puntata che mi farà soffrire e che spero vedano i poveri di empatia e sensibilità.
    Peraltro non ho bisogno che mi si convinca che stiamo andando a sbattere alla velocità della luce pur tuttavia questi programmi illuminati in una notte buia fanno bene allo spirito per il solo fatto di esistere e con essi chi li realizza, ti fanno setire meno solo.
    Grazie Guido

  Post Precedente
Post Successivo