Indica un intervallo di date:
  • Dal Al
Papa

Papa Francesco: c’è chi non vuole figli ma ha 2 cani e 2 gatti

Papa Francesco torna a parlare di animali. Parlando a braccio all’udienza generale, Bergoglio – affrontando il tema dell’inverno demografico – ha detto: “Oggi la gente non vuole avere figli, almeno uno. E tante coppie non vogliono. Ma hanno due cani, due gatti. Sì, cani e gatti occupano il posto dei figli”. Il Papa ha incentrato la catechesi sul tema della paternità e maternità. Riprendendo il discorso sul fatto che le famiglie hanno animali e non figli, ha sottolineato: “Sì, fa ridere, capisco ma è la realtà e questo negare la maternità e la paternità ci diminuisce, ci toglie umanità e così la civiltà diventa più vecchia e senza umanità perché si perde la ricchezza della paternità e della maternità e soffre la patria che non ha figli. E come diceva uno un po’ umoristicamente ‘adesso chi pagherà le tasse per la mia pensione che non ci sono figli?’. Rideva ma è la verità, ‘chi si farà carico di me?’”. “Chiedo a San Giuseppe – ha proseguito nella catechesi dedicata al ‘padre putativo’ di Gesù – la grazie di svegliare le coscienze e pensare a questo: avere figli, la maternità e la paternità è la pienezza della vita di una persona” e a chi “non sviluppa il senso della maternità gli manca qualcosa”, ha concluso.

LE POLEMICHE DEGLI ANIMALISTI

E’ perplesso il presidente Lav Gianluca Felicetti, che tuitta rivolto al Papa: “Che brutto mettere sempre in alternativa umani e altri animali. Peraltro la maggior parte di cani e gatti vivono in famiglie con figli! E questo fa bene ai piccoli umani, e ai quattrozampe tanto più se adottati dalla strada o da un rifugio”. Anche Enpa parla direttamente a Francesco: “Le coppie accolgono con amore anche le piccole vite, come fa ogni persona di buon cuore. Santità, guardi alla Chiesa che alleva eserciti di suore e preti votati alla non riproduzione e che in genere sono ostili agli animali!”. Critica anche Oipa, che ricorda a Francesco e a tutti “gli enormi sacrifici che i volontari sopportano pur di salvare vite altrimenti ignorate dalle autorità e dalle istituzioni” e che “chi sente che la vita è sacra ama la vita al di là delle specie”. Non è la prima volta che Bergoglio entra in “polemica” con gli amanti degli animali. Già tempo fa aveva ammonito i fedeli durante un’udienza giubilare: “Quante volte vediamo gente tanto attaccata ai gatti e ai cani, e poi lasciano senza aiuto la fame del vicino e della vicina?” e li aveva invitati a “stare attenti a non identificare la pietà con quel pietismo piuttosto diffuso che è solo una emozione superficiale che offende l’altro”. La voce degli animalisti si è fatta sentire anche quando il Papa ha incontrato i circensi. (aggiornato alle 18 con la posizione di Oipa)

Su 24zampe: Papa Francesco ritratto con 4 animali sui nuovi francobolli

  • Dario |

    Cari amici, non mi soffermo sul fatto dei cani e dei gatti o qualsivoglia animale da compagnia citato dal pontefice.

    Chi legge i miei commenti sa come la penso.

    Pur essendo Agnostico nutro un profondo rispetto per chi crede.

    Detto questo, la Chiesa come peraltro gli economisti poco avveduti (molti) cosi come i demografi ottimisti (pochi) credono nella crescita infinita su una terra finita e che ciò si possa perpetuare all’infinito.

    La demografia è un’argomento tabù come i suicidi, argomento attinente alla situazione attuale come quella dei cambiamenti climatici.
    La crescita infinita della popolazione umana è un suicidio assistito dalla consapevolezza che ciò prima o poi accadrà.

    Ne sono consapevole l’argomento è ostico ma dirimente, ogni paese guarda al proprio orticello demografico (fate più figli !!!) senza badare al contesto generale (siamo già troppi), alla fine ci sarà il collasso perché è la “contemporaneità che ci frega”…

    Ps: Il Papa fa il suo mestiere sono altri che dovrebbero fare il loro e avere una visione lungimirante.

  • Paperino |

    Guido: la risposta è semplice, dietro le automobili ci sono le multinazionali, dietro ai cani e ai gatti ci siamo solo noi.

  • Guido |

    E allora, perché non se la prende con le automobili: con i costi annuali di un’auto quanti bambini si possonono salvare?

  • Roberto |

    Ma come si permette questo incompetente ad offendere chi non può avere figli per salute o per non farli vivere in indigenza. Si preoccupi dei deviati della sua pletora di sottopancia. Riccone che vive senza capire la nostra situazione.

  • anna maria moscarelli |

    Direi che è meglio che pensasse allo schifo che c’è nella chiesa. Non tutti vogliono dei figli, c’è chi non ne può avere, c’è chi è anziano e solo e un cane o gatto gli fa compagnia. E’ ora che la chiesa la smetta di sentenziare su amori diversi

  Post Precedente
Post Successivo