Indica un intervallo di date:
  • Dal Al
film_cane_129292948_111891170758592_2626556776660406011_o-1024x682

Cinema a quattro zampe: tutti i vincitori del Dog Film Festival

Si chiude con l’assegnazione di premi e riconoscimenti speciali l’edizione zero del ”DFF – Dog Film Festival” curato da Marco Panella, prodotto da Artix con il patrocinio di Croce Rossa Italiana e FNOVI-Federazione Nazionale Ordini Veterinari Italiani e la collaborazione di Radio Dimensione Suono Soft e Trip for Dog. L’esordio per questa rassegna cine-letteraria dedicata al cane e all’universo affettivo e culturale che lo rende protagonista di storie e relazioni con l’essere umano ha visto una grande partecipazione: 542 le produzioni audiovisive professionali giunte da tutto il mondo e 62 i racconti brevi sottoposti al Festival ed esaminati dalla Giuria Cinema presieduta da Giampaolo Sodano e dalla Giuria Letteraria presieduta da Paolo Petroni. Per la sezione Producers miglior film è risultato ”Torna a casa, Jimi!” del cipriota Marios Piperides; miglior regista il portoghese Joao Braza per ”The waiting line”; miglior documentario ”Gli angeli invisibili” di Vincenzo Peluso; miglior cartone animato ”Grooves” dell’indiano Akhil Narayanan; a conquistare il trailer award è Doroti Polito per ”Nonloso”; miglior cortometraggio ”Maranabhayam” del regista indiano Romeo. Tre menzioni speciali sono state invece attribuite al giapponese ”Her voiceless song” di Nobuyoshi Suzuki, a ”Cache-Cache” dello statunitense Gwen Lee e ad Andrea Dalfino per ”Giorgio Panariello and the story of Angelo”.

SU YOUTUBE ALCUNE DELLE OPERE PREMIATE AL DFF

Alcune delle opere premiate e video testimonianze dei vincitori saranno visibili a partire dalla prossima settimana sul canale YouTube del Dog Film Festival. A vincere il Premio FNOVI, indetto in collaborazione con la Federazione Nazionale Ordini Veterinari Italiani, è stata la veterinaria bresciana Elena De Giacinto con ”Una giornata da medico veterinario”: il racconto sarà trasformato in un cortometraggio documentaristico co-prodotto dal Festival e da FNOVI che sarà presentato in autunno. Per la sezione Writers sono stati invece premiati i racconti di dieci autori che faranno parte dell’Antologia del Festival, di prossima pubblicazione per Gambini Editori: Gianluca De Simone, ”Randagi”: Isabella Belardi, ”Carlotta alias Penny”; Vincenzo Demurtas, ”Il gioco di Tim”; Tatiana Olivieri, ”Nostos”; Marco Benedet, ”Io sono Willy”; Angela Calarco, ”Vite”; Rachele Totaro, ”Cagnaccio”; Giuseppe Mainardi, ”Aisha”; Stefania Nicolai, ”Sotto la polvere”; Alessia Giovannini, ”Out of the cage – Se non ci metti troppo ti aspetterò tutta la vita”. Infine sono di particolare interesse gli Awards fuori concorso: il DFF Heritage Award per il valore culturale di una produzione audiovisiva che ha fatto la storia dei cani nel cinema e nella tv, è andato a ”Umberto D” di Vittorio De Sica, capolavoro restaurato nel 2014 dalla Cineteca Nazionale con l’Associazione Amici di Vittorio De Sica, la Fondazione Cineteca di Bologna e il contributo di BNL e RTI.

RICONOSCIMENTI ANCHE AL VALORE DEI CANI CHE AIUTANO L’UOMO

I tre DFF Civil Servants Awards dedicati al valore dei cani che intervengono in aiuto dell’uomo, sono stati assegnati alle unità cinofile del Dipartimento dei Vigili del fuoco, del Soccorso Pubblico e della Difesa Civile – Direzione Regionale VVF per il Lazio; a For a Smile Onlus per l’attività di promozione della dog therapy negli ospedali e nelle scuole e alla Scuola Italiana Cani Salvataggio per la sua attività di addestramento di cani e conduttori impegnati nel salvataggio in mare. ”Dog Film Festival nasce come una sortita fatta in piena pandemia per rompere l’accerchiamento e provare a respirare aria buona – dichiara il curatore Marco Panella – valorizzando il perimetro affettivo della relazione tra umani e cani. Abbiamo realizzato un numero zero, lo abbiamo autoprodotto e oggi ci presentiamo come la naturale piattaforma di narrazione culturale e valoriale a disposizione del mondo del pet che, incredibilmente, sino ad ora, non aveva nulla di così articolato e organico. Possiamo solo crescere ed è tutta nostra intenzione continuare il percorso iniziato”. (Ansa)

Su 24zampe: Dog Film Festival, via alle iscrizioni: vincerà il cane più attore