Indica un intervallo di date:
  • Dal Al
Singer Cher interacts with Kaavan, an elephant transported from Pakistan to Cambodia, at the sanctuary in Oddar Meanchey Province, Cambodia December 2, 2020.  REUTERS/Stringer NO RESALES NO ARCHIVES

Cher non si ferma, dopo l’elefante ora vuole liberare un gorilla

Dopo aver liberato Kaavan, “l’elefante più solitario del mondo” da una vita grama in uno zoo pakistano, la cantante Cher ora vuole aiutare una femmina di gorilla che ha trascorso gli ultimi tre decenni in una gabbia in un centro commerciale di Bangkok. Bua Noi (nella foto sotto), questo il suo nome, è stata portata in Thailandia nel 1988 – riporta il Guardian – e ha trascorso quasi tutta la sua vita in un recinto allo zoo privato di Pata, a lungo oggetto delle critiche degli animalisti.

bua_noi

FREE THE WILD, L’ONG CO-FONDATA DA CHER, SI OFFRE DI PAGARE IL TRASFERIMENTO

Cher si è unita a coloro che chiedono il rilascio del gorilla e ha scritto al ministro dell’ambiente thailandese, Varawut Silpa-archa, esprimendo “profonda preoccupazione” per le condizioni di vita di Bua Noi, il cui compagno – riporta il Bangkok Post – è morto più di dieci anni fa. Free the Wild, ente di beneficenza co-fondato da Cher , si è offerto di finanziare il trasferimento del gorilla in un santuario nella Repubblica del Congo che sarebbe “una casa di pace e dignità dove potrebbe vivere la sua vita in modo naturale e in compagnia”. (Ansa, nelle foto Reuters la cantante con Kavaan in Cambogia)

90jbkmgo