Indica un intervallo di date:
  • Dal Al
barboncino_casa

Barboncino positivo al Covid nel barese: contagiato dai familiari

Un cane è risultato positivo al Covid-19 e il dipartimento di Prevenzione dell’Asl Bari ha inviato una nota al ministero della Salute per informarlo. La notizia, riportata da TeleNorba, è confermata dal dipartimento Prevenzione. Si tratta di una femmina di barboncino che vive con una famiglia composta da tre persone in un comune del barese, a Bitonto: sia i coniugi che un figlio minorenne sono risultati positivi al Covid-19. Il servizio veterinario ha eseguito il tampone anche sul cane ed è emersa una bassa positività. L’animale è asintomatico e sta bene. “La notizia non rappresenta un problema sanitario, da quanto è emerso fino ad ora i cani non sono ospiti in grado di diffondere il contagio“, spiega l’assessore regionale alla Salute, Pierluigi Lopalco.

I VETERINARI ANMVI: I CANI NON CONTAGIANO NE’ PERSONE NE’ ANIMALI

“Il cane di razza Barbone Nano – scrive l’Anmvi, l’associazione dei medici veterinari – contagiato dai proprietari positivi al Covid-19 non deve destare sorpresa né allarme. I pochi cani contagiati nel mondo sono stati tutti esposti a proprietari con Covid-19. Alle attuali evidenze scientifiche, i cani resistono al virus, non sviluppano la malattia e non contagiano né le persone né gli altri animali. E’ opportuno richiamare le indicazioni precauzionali del Dipartimento Veterinario dell’Istituto Superiore di Sanità: se ci sono positivi in casa, sospetti o confermati, è opportuno evitare agli animali da compagnia conviventi contatti ravvicinati, con la stessa cautela che si ha verso gli altri familiari nel periodo di quarantena o isolamento. E’ una misura di prevenzione”. Le indicazioni sono state sintetizzate dall’Anmvi in un post sulle proprie pagine social: “Con me non attacca”. (post aggiornato il 12 novembre con dettagli minori)