Indica un intervallo di date:
  • Dal Al
circo_arezzo

Arezzo, Comune in aiuto di un circo bloccato dal coronavirus

Gara di solidarietà di privati ed enti pubblici ad Arezzo per sostenere un Circo Orfei bloccato ad Arezzo dall’inizio dell’emergenza Coronavirus con 56 adulti, cinque bambini e 50 animali al seguito. Il Comune rifornisce la struttura di alimenti collaborando insieme a volontari e enti del terzo settore. E il responsabile della struttura ringrazia la città per il sostegno con l’assessore comunale Lucia Tanti la quale ha incontrato questa mattina Athos Adami. Il circo era arrivato in città il 27 febbraio, quando era stato contestato dagli animalisti, e da qui non si è più potuto muovere. “Stamattina mi sono incontrata con Athos Adami – ha spiegato l’assessore Tanti – dopo aver letto sui social di condizioni, a dire di chi scriveva, difficili. Il responsabile del circo, mi fa piacere dirlo, ha ringraziato gli aretini per le numerose manifestazioni di vicinanza e per gli aiuti materiali che sono arrivati in questo periodo sia da privati cittadini sia da varie associazioni”.

LA CITTA’ SI E’ MOSSA PER RACCOGLIERE IL CIBO PER GLI ANIMALI

“Nessun allarme quindi per il circo: solo un periodo di difficoltà logistica e organizzativa cui stiamo facendo fronte con tutte le risorse che abbiamo a disposizione”, spiega ancora l’assessore. Nell’intervento i servizi sociali del Comune hanno da subito monitorato le condizioni degli adulti e dei bambini della carovana circense, quindi stanno provvedendo ad un monitoraggio e ad un rifornimento settimanale di generi alimentari in collaborazione con enti non profit. Ma Arezzo si è mossa anche per la raccolta di cibo per gli animali, fieno, avanzi di frutta e ortaggi. Il circo è un’attività itinerante e il ‘fermo’ causato dal Coronavirus blocca la programmazione degli spettacoli, non solo ad Arezzo ma anche nel resto di Italia, con conseguenze di vario tipo. “L’idea di città che quest’amministrazione ha sempre portato avanti – conclude Tanti – è fondata sulla coesione sociale, sul rispetto della persona e sulla vicinanza a chi si trova in difficoltà”. Un episodio simile è accaduto a Napoli circa un mese fa.

  • Dario |

    50 animali? W IL CIRCO DI SOLI UMANI.
    Gi animali lasciateli stare…non hanno chiesto di fare i clown, le giravolte, i salti per il zullucchero insano e diseducativo di adulti e pargoli…
    Grazie dell’aiuto

  Post Precedente
Post Successivo