Indica un intervallo di date:
  • Dal Al
cani_polizia_milano

Arrivano i cani-poliziotto, i pusher di Milano abbandonano la droga

Alla vista dei cani della Polizia di Stato gli spacciatori di Milano hanno scelto di gettare via le dosi di droga. E così Labor e Wotan, accompagnati dai loro agenti conduttori della Questura di Milano in servizio antidroga nel Parco Sempione, hanno trovato quasi 4 etti di stupefacente, raccolti dai poliziotti che non hanno denunciato nessuno. A carico di ignoti sono stati sequestrati 18 involucri contenenti marijuana del peso di 248 grammi, 7 involucri contenenti hashish per 137 grammi e uno con cocaina di poco meno di un grammo, più o meno tutti trovati nella zona a ridosso di via Shakespeare, vicino alla Triennale. I due cani poliziotto, i pastori tedeschi Labor e Wotan, sono addestrati per la ricerca di oggetti e persone pericolose: la droga era per lo più nascosta all’interno di calzini da uomo, qua e là sotto ai cespugli.

LABOR E WOTAN SONO PASTORI TEDESCHI DELLA QUESTURA DI MILANO

Già nei giorni scorsi Labor, sempre nel Parco Sempione, si era reso protagonista sempre in servizio antidroga: aveva rincorso e bloccato un altro spacciatore che, in fuga da un controllo degli agenti, aveva cercato di nascondersi dietro una siepe. L’uomo, cittadino senegalese di 41 anni, è poi stato trovato in possesso di 56 grammi di hashish e 35 grammi di marijuana, oltre a 185 euro in contanti. Il cane l’ha costretto ad arrendersi agli agenti senza morderlo o fargli del male, com’è addestrato a fare. (nelle due foto sopra Labor e Wotan e a destra ancora Labor sul tetto del Duomo con il suo conduttore)