Indica un intervallo di date:
  • Dal Al
riccio_2

Agenda animale, gli appuntamenti del weekend del 30/11 e 1/12 2019

Per segnalazioni scrivere entro il giovedì precedente al weekend a 24zampe@ilsole24ore.com o a twitter@24zampe

+++

riccio_giudici

NATALE CON I RICCI, CORNELIANO D’ALBA (CN), DOMENICA 1° DICEMBRE 2019

Domenica 1 dicembre 2019 a Corneliano d’Alba, in provincia di Cuneo, il Centro recupero ricci La Ninna di Novello organizza una giornata di beneficenza per questi animali tanto fragili e riservati: “Natale con i ricci”. Con l’occasione Massimo Vacchetta e Claudia Fachinetti presentano il loro libro “Ninna, il piccolo riccio con un grande cuore”, terza fatica di Vacchetta dopo “25 grammi di felicità” e “Cuore di riccio”, bestseller pubblicato in 60 paesi. “Ninna” è un romanzo per ragazzi, “un ‘libro cuore’ degli animali che attraverso tante storie spiega l’importanza della solidarietà e dell’essere in armonia con la natura”. Massimo Vacchetta, veterinario nel settore dei bovini, da qualche anno a Corneliano d’Alba ha allestito il piccolo ospedale “La Ninna” dedito alla cura e alla riabilitazione dei ricci. Claudia Fachinetti scrive di natura e cultura, è addetta stampa, giornalista freelance e autrice di pubblicazioni per ragazzi.

+++

marco-colombo

FOTOGRAFIA NATURALISTICA, MILANO, SABATO 30 NOVEMBRE 2019

Proseguono gli incontri di approfondimento organizzati dall’Associazione culturale Radicediunopercento in occasione della mostra Wildlife Photographer of the Year 54, in corso alla Fondazione Luciana Matalon di Milano fino al 22 dicembre (si veda articolo sotto). Nell’ambito della manifestazione, importanti fotografi italiani selezionati ai più prestigiosi concorsi internazionali sono invitati a condividere la loro esperienza con il pubblico. Sabato 30 novembre alle 21, alla Casa della Cultura (via Borgogna 3) sarà la volta di Marco Colombo, naturalista e fotografo premiato al Wildlife Photographer of the Year 2018 – dove ha in mostra lo scatto Crossing Paths – oltre che alle precedenti edizioni del 2016 e del 2011. Colombo presenterà “Paesaggi bestiali”, il suo ultimo libro fresco di stampa, e condurrà il pubblico in un viaggio affascinante alla scoperta dei delicati equilibri che regolano le popolazioni animali e il loro rapporto con l’ecosistema. Attraverso immagini ambientate, l’autore esalterà la bellezza degli habitat naturali italiani e le atmosfere indimenticabili delle montagne selvagge dell’Europa meridionale.
+++

DCIM100GOPROGOPR1133.JPG

RADUNO BULLDOG, PADOVA, DOMENICA 1° DICEMBRE 2019

A Padova domenica 1 dicembre 2019 c’è il 23° BulldogDay nazionale e solidale del CABI – Club Amatori Bulldog Inglese, raduno cinofilo benefico amatoriale dedicato ai bulldog inglesi di tutta Italia in programma in versione “Christmas Party”. L’evento è a Padova, con il patrocinio del Comune, presso l’area cani dei Giardini dell’Arena dalle 14.30 alle 17.30. Il raduno, completamente gratuito e aperto a tutti, vede la partecipazione di centinaia di appassionati e di bulldog inglesi da tutta Italia ed è l’occasione per raccogliere fondi a favore dei bulli più sfortunati seguiti dall’associazione EBRI – English Bulldog Rescue Italia. In programma anche sfilate a tema natalizio con premiazione per i più simpatici e coinvolgenti giochi di bull-agility.

+++

lupi_roma

LUPI METROPOLITANI, ROMA, SABATO 30 NOVEMBRE 2019
Sabato 30 novembre 2019 a Roma è possibile trascorrere una mattinata con gli esperti del Wwf Italia, della Regione Lazio e delle Aree Naturali Protette, che animano una tavola rotonda dedicata alla presenza del lupo nel territorio della Città Metropolitana di Roma Capitale. Si discute del ritorno di una specie emblematica e dell’esigenza di una corretta informazione per favorire il rispetto e la convivenza con l’animale simbolo della Città Eterna. L’incontro è dalle 10 alle 13.30 Presso il Museo Civico di Zoologia di Roma (Via Ulisse Aldrovandi, 18).

+++

wegman_lugano

MOSTRA FOTOGRAFIA, LUGANO (SVIZZERA), FINO AL 6 GENNAIO 2020

Al museo Museo d’Arte della Svizzera italiana-Masi di Lugano, fino al 6 gennaio 2020, sono esposte le fotografie dei weimaraner di William Wegman, artista americano multidisciplinare ma noto nel panorama artistico mondiale per le immagini con protagonisti i suoi elegantissimi cani. La mostra si intitola “Being human”. “Il fotografo ha fatto degli esemplari di questa razza il soggetto principale dei suoi scatti, rappresentando attraverso loro personaggi, tendenze di moda e movimenti della storia dell’arte con ingegno e ironia”, spiega il museo. Il primo quattrozampe a entrare nell’obiettivo di Wegman è stato Man Ray negli anni Settanta, poi Fay Ray, Penny, Bobbin, Chip, Chundo, Crooky e diverse generazioni di loro cuccioli. Wegman scatta Polaroid di grande formato, istantanee in un unico esemplare, non ritoccate, che esaltano tanto la spontaneità dei soggetti quanto l’abilità del fotografo in assoluta sintonia con i suoi cani. Il percorso espositivo si compone di novanta Polaroid e una decina di stampe ai pigmenti selezionate da William A. Ewing. La mostra a Lugano è la prima tappa europea di un tour mondiale iniziato un anno fa.

+++

19_the-golden-couple-marsel-van-oosten-wildlife-photographer-of-the-year

MOSTRA WPY, MILANO, FINO AL 22 DICEMBRE 2019

Tornano a Milano le immagini naturalistiche del Wildlife Photographer of the Year. Fino al 22 dicembre 2019 alla Fondazione Luciana Matalon (in Foro Bonaparte, 67) è possibile vedere gli scatti premiati nelle 19 categorie del premio fotografico più prestigioso al mondo. Organizzato dall’Associazione culturale Radicediunopercento di Roberto Di Leo, l’evento presenta le 100 immagini – selezionate tra le 45mila arrivate alla giuria – premiate alla 54a edizione del concorso di fotografia indetto dal Natural History Museum di Londra. Oltre alla foto vincitrice – del fotografo olandese Marsel van Oosten – The Golden Couple (categoria Animal Portraits, foto sopra), che raffigura due scimmie dal naso dorato nella foresta temperata delle montagne cinesi di Qinling, si possono vedere a Milano un leopardo che si sveglia dal sonno nella Mashatu Game Reserve, nel Botswana (del sedicenne Skye Meaker, Young Wildlife Photographer of the Year 2018: Lounging Leopard), un orso marsicano che di notte attraversa le strade di un paesino del Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise (Crossing paths di Marco Colombo, vincitore Natura urbana), Eye to Eye di Emanuele Biggi, Mister Whiskers di Valter Bernardeschi, Sinuous Moves di Lorenzo Shoubridge tra le altre. Previste serate di approfondimento e presentazione di libri con rinomati fotografi di natura che si terranno di sabato alla Casa della Cultura (alle 21 in via Borgogna 3, sempre a Milano). In programma: il 23 novembre Marco Urso, con tema I felini africani – Differenze, curiosità di comportamento, pericoli per il futuro, il 30 novembre Marco Colombo, con Paesaggi bestiali, il 14 dicembre Lorenzo Shoubridge presenta il libro Apuane terre selvagge e il 21 dicembre Stefano Unterthiner racconta il libro On assignment – Una vita selvaggia. Colombo è anche a disposizione per visite guidate alla mostra presso la Fondazione Matalon, ogni venerdì dalle 19.30 (su prenotazione). Aggiornamento: su 24zampe le foto vincitrici della 55esima edizione.

+++

balene_dgt_m_loc

BALENE DIGITALI, MILANO, FINO AL 30 SETTEMBRE 2020

All’Acquario civico di Milano c’è “Digital whales”, un progetto che porta i cetacei nel centro della città. Non si tratta di veri cetacei nelle vasche, naturalmente, ma di un’esperienza multimediale interattiva promossa da Comune, Acquario, Istituto Tethys, Verdeacqua e Fondazione Cariplo che, grazie alla realtà aumentata, vede protagoniste sei specie di mammiferi marini, presentate una ogni due mesi: capodoglio, balenottera comune, stenella striata, globicefalo, megattera, orca. Le prime quattro comuni nel Mediterraneo (e in particolare nel Santuario Pelagos, la vasta area marina protetta per i cetacei compresa tra Liguria, Corsica e Montecarlo), le altre due occasionali nelle nostre acque ma emblematiche degli animali più affascinanti e amati nel mondo. “Tra gli argomenti trattati – spiegano gli organizzatori -, oltre alle caratteristiche delle specie non mancheranno informazioni sulle minacce che oggi incombono su questi animali mettendone a rischio la sopravvivenza, dalla plastica all’inquinamento acustico al traffico marittimo ai cambiamenti climatici, e su cosa ognuno può fare per tutelare i cetacei nel loro (e nostro) ambiente”. Dopo il capodoglio (nella foto sopra), che ha inaugurato la serie di presentazioni, tocca alla balenottera comune (dal 1/12/2019), alla stenella striata e altri delfini (dal 1/2/2020), al globicefalo (dal 1/4/2020), alla megattera (dal 1/6/2020) e infine all’orca, uno degli animali più suggestivi della Terra (dal 1/8/2020). Speciali incontri con i ricercatori dell’Istituto Tethys saranno organizzati ogni due bimestri.