Indica un intervallo di date:
  • Dal Al
cane_guida_cieco

Brexit no-deal, viaggi a rischio per i cani guida nordirlandesi

Tra le tante possibili conseguenze negative, più o meno gravi, di una Brexit senza accordo il prossimo 31 ottobre ci sono anche eventuali disagi per i cittadini dell’Irlanda del Nord che possiedono un cane guida e devono viaggiare nella Repubblica irlandese. Lo riporta la Bbc. Gli animali provenienti dal Regno Unito dopo l’uscita dall’Ue, infatti, potranno entrare in territorio europeo soltanto dopo aver superato i controlli necessari presso due punti di accesso specifici che, nella Repubblica irlandese, sono soltanto i porti di Cork e Rosslare e l’aeroporto di Dublino. In altre parole, in caso di no-deal il tragitto da Londonderry a Donegal, che oggi è un viaggio in macchina di pochi chilometri, potrebbe trasformarsi in una vera e propria odissea per il cane-guida ma soprattutto per il suo assistito. Secondo l’Associazione Cani Guida dell’Irlanda del Nord in caso di mancato accordo c’è la concreta possibilità che chi si debba spostare con un cane guida nella Repubblica d’Irlanda debba pianificare il suo viaggio con ben quattro mesi di anticipo. Al momento gli animali possono viaggiare liberamente dal Regno Unito verso altri Paesi europei dopo aver ottenuto il ‘passaporto-Ue‘. Ma, ha messo in guardia il Dipartimento irlandese per l’Agricoltura e l’Ambiente, se ci sarà una Brexit no-deal i controlli saranno più severi e le regole più rigide. (Ansa)