Indica un intervallo di date:
  • Dal Al
yak1

Creata una nuova specie di yak: aiuterà il reddito degli allevatori tibetani

Un gruppo di ricercatori cinesi sta promuovendo una nuova specie di yak addomesticato caratterizzata da un temperamento molto mite e capace di adattarsi meglio al difficile clima dell’altopiano tibetano. L’animale – detto anche bue tibetano, un grosso bovino con pelo più folto e lungo dei nostri – potrebbe anche essere utile per sostenere il reddito degli allevatori della zona. Lo Yak Ashidan è una nuova specie sviluppata, con un lavoro di 20 anni, da ricercatori del Lanzhou Institute of Husbandry and Pharmaceutical Sciences dell’Accademia cinese delle Scienze agricole. Secondo Yan Ping, vicedirettrice dell’Istituto, la specie ha superato la valutazione di una commissione di esperti ed è stata riconosciuta ufficialmente. “Gli Yak Ashidan hanno un temperamento più mite e gestiscono meglio lo stress. Non solo si adattano alla tecnica tradizionale di allevamento senza recinti, ma possono anche essere nutriti all’aperto, venendo incontro alle differenti esigenze degli allevatori”, spiega Yan.

yak_domestico

LA NUOVA SPECIE CRESCE PIU’ IN FRETTA E SOPRAVVIVE MEGLIO A CONDIZIONI ESTREME

I tibetani etnici utilizzano lo yak per nutrirsi, vestirsi, per lavorare e per il trasporto. “Gli yak sono un’importante risorsa per generare reddito per i tibetani, ma anche quelli addomesticati sono piuttosto selvaggi”, dice la ricercatrice. “Sono anche sensibili ai cambiamenti stagionali. Le tormente invernali possono portare grosse perdite agli allevatori. Molti yak perdono peso o muoiono in condizioni climatiche estreme”, continua Yan. I ricercatori hanno chiesto agli allevatori e alle aziende delle province del Qinghai e del Gansu di crescere quasi quattromila yak maschi. Nelle stesse condizioni di allevamento, il numero di Ashidan sopravvissuti è superiore del 11,72% rispetto agli animali locali. Inoltre crescono più in fretta e necessitano di meno spazio per nutrirli, con un impatto minore sul fragile ecosistema dell’altopiano. Si tratta di qualità che possono sostenere gli sforzi per ridurre la povertà nelle zone etniche.

yak_tibet