Indica un intervallo di date:
  • Dal Al
vespa_samurai_24

Il Senato manda la vespa samurai alla guerra con la cimice asiatica

Contro l’invasore che arriva dall’Asia sembra servire un samurai. L’Aula del Senato ha dunque approvato ieri la risoluzione sull’invasione della cimice marmorata asiatica sul territorio italiano, particolarmente dannosa per l’agricoltura: il documento impegna il Governo a dare la massima priorità all’adozione del decreto ministeriale che fissa i criteri per l’immissione della vespa samurai. L’insetto – nome scientifico Trissolcus japonicus – si è infatti rivelato utile per consentire l’azione in campo contro la cimice asiatica: deposita le proprie uova in quelle della cimice e, quando le larve della vespa si sviluppano, le uccidono. Un’unica vespa adulta emerge da ogni uovo di cimice. Inoltre è stato approvato un ordine del giorno sull’opportunità di una specifica azione di monitoraggio con cadenza annuale al fine di garantire una periodica informazione circa le condizioni di inserimento della vespa samurai nel territorio nazionale e un controllo dello stato dell’emergenza fitopatologica, scongiurando eventuali effetti pregiudizievoli agli habitat naturali, alla flora e alla fauna. Proprio nei giorni scorsi, quando iniziava a circolare la notizia dell’immissione dell’insetto antagonista, il presidente di Enpa Milano, Ermanno Giudici, commentava preoccupato su twitter: “Poi non ci lamentiamo delle specie animali aliene, se fra qualche tempo sarà la vespa samurai a creare danni. La lotta biologica è un’idea fantastica ma prima di liberazioni di massa di specie alloctone sarebbe meglio trarre esempio dagli errori del passato”. (Aggiornamento delle 13.20) Dopo la pubblicazione del post, il naturalista Nicola Bressi mette in guardia sul pericolo pesticidi, facendo notare che “le larve di vespa samurai mangerebbero uova della Cimice Asiatica. Ma gli adulti svolazzano tra erbe e fiori. Ocio quindi, cari agricoltori e cittadini: se continuiamo a usare pesticidi in campagne e giardini (anche quelli contro #zanzare o afidi): addio vespa samurai”. Fabio Chinellato, entomologo e dottore forestale, avvisa che “combattere una specie alloctona introducendo una nuova specie alloctona – sperando che non crei problemi alle specie autoctone in equilibrio con i nostri ecosistemi – potrebbe andare bene ma anche andare male”.

samurai_vespa_uova

  • Agosto 2018 – Insetti alieni, gli agricoltori denunciano danni per un miliardo

 

  • Federico |

    Ma non si potrebbe usare l’Imenottero anastatus bifasciatus già presente in Italia quindi non aliena e capace anch’esso ad eliminare la cimice asiatica senza tra altro distruggere ecosistema naturale che invece porterebbe l’ape samurai???

  • Carlo |

    Al posto di fare critiche inutili l’uno contro l’altro, non potremmo unire le forze e le idee per risolvere questo grave problema?

  • Gabriele |

    Ma perché non ci facciamo i c…. Nostri , visto che siamo solo un Danno per la madre natura? No commenti…….

  • pio federico roversi |

    Gentile Dr Minciotti esiste la speranza che in futuro i commenti su informazioni di grande importanza e delicatezza per la tutela della’agricoltura e dell’ambiente, come quelli attinenti all Lotta Biologica, siano affidati a persone che non parlino per “slogan” ma che invece perlomeno sappiano che esiste uno Standard Internazionale stabilito dalla FAO e dalla European and Mediterranean Plant Protection Organization (EPPO), che regola le istruttorie per le Valutazioni di Impatto Ambientale da effettuarsi obbligatoriamente prima di qualsiasi intervento con antagonisti naturali per controllare specie dannose si organismi alieni?
    Un cordiale saluto
    Pio Federico Roversi

  • Dario |

    Dopodiché caccia al samurai non autoctono…mi vien fa ridere…

  Post Precedente
Post Successivo