Indica un intervallo di date:
  • Dal Al
maremmano_libera_web

Gli uccidono le pecore, spara a un cane per vendetta: denunciato 61enne

Ha ucciso un cane meticcio maremmano per vendicarsi della perdita di alcune pecore, sbranate da cani di razza maremmana. Un pastore veronese di 61 anni, residente a Negrar (Verona), è stato denunciato dai Carabinieri per i reati di uccisione di animali e porto illegale di arma. Il fatto risale al 10 gennaio dello scorso anno, quando nel comune della Valpolicella un cane meticcio maremmano di circa un anno viene freddato con un colpo di fucile da caccia nel giardino di casa. I militari, con un’indagine che si è protratta per mesi, sono risaliti attraverso un bossolo calibro 12 rinvenuto accanto alla carcassa dell’animale ad un uomo del posto il quale, qualche tempo prima, aveva subito l’uccisione di alcuni ovini da parte di cani della stessa razza. I militari, ritenendo verosimile che quel precedente potesse essere il movente dell’uccisione dell’animale, su ordine dell’Autorità giudiziaria hanno sequestrato i fucili detenuti dall’uomo per sottoporli ad analisi e comparazioni di natura balistica. La perizia tecnica ha confermato l’ipotesi investigativa, riscontrando la compatibilità tra il bossolo rinvenuto dai carabinieri e uno dei fucili sequestrati.

  • Dario |

    …”Forse metà mondo”..? ma quando mai! per come la intendo io siamo una ristretta minoranza…molto ristretta.
    Paperino sono curioso, escludendo il nostro piccolo orticello e guardando più in la, dove vede tanta civiltà? ad esempio, forse nei mattatoi…?

  • Paperino |

    Bravi i carabinieri! Non capiremo mai cosa passa per la testa di chi fa queste cose, forse metà mondo ha una sensibilità spiccata e l’ altra non ha nè cuore nè anima. Certo è che una società civile come vorrebbe essere la nostra non può più tollerare queste violenze gratuite.

  Post Precedente
Post Successivo