Indica un intervallo di date:
  • Dal Al
lupi_gransasso

Denuncia (falsa) aggressione di lupi in Maremma, smentito dai Carabinieri

“Porre fine alla campagna terroristica che alcune associazioni di categoria, alcuni politici e alcuni rappresentanti istituzionali hanno da tempo lanciato contro i lupi. E, al tempo stesso, rafforzare il regime di protezione dei lupi, tutelandoli anche dalle aggressioni delle bufale”. E’ quanto chiede l’Ente nazionale protezione animali dopo che i carabinieri hanno clamorosamente smentito il cacciatore che aveva denunciato di essere stato aggredito da due lupi nel Grossetano. In realtà era stato morso dai cani da caccia che caricava sull’automezzo dopo una battuta alla volpe.

lupo_cucciolo_wwf

NESSUNA AGGRESSIONE DI LUPI MA SOLO MORSI DEI CANI DA CACCIA

“Dunque – prosegue l’Enpa – nella zona di Grosseto non c’è stata alcuna aggressione di lupi ai danni delle persone, così come nel resto della Toscana o in altre regioni italiane”. Anzi, non si registrano attacchi all’uomo dall’800. “Nel nostro Paese, dunque, non c’è alcun problema di ordine pubblico relativo alla presenza del lupo. C’è invece una evidente criticità legata al dilagare dell’allarmismo antiselvatici e al clima di paura e terrore alimentato ad arte da chi vuole avere la licenza di uccidere. Di uccidere i lupi, certo, ma anche gli orsi, i cinghiali, le nutrie, i daini, gli storni”.

Un lupo in un'immagine d'archivio. ANSA Lesemplare, rinvenuto agonizzante per avvelenamento, ?? stato salvato dalla Forestale e dal personale veterinario Perugia, 7 marzo 2013 - Torna in libert?? il giovane lupo che rischiava di morire avvelenato, in Umbria, se non fosse stato per il tempestivo intervento del Corpo forestale e del servizio veterinario, allertati dalla segnalazione di un privato cittadino. Ezechiele Jr, questo il soprannome dellesemplare maschio di circa due anni, lo scorso sabato si aggirava agonizzante in localit?? San Giovanni di Boschetto, una zona montana del comune di Nocera Umbra (PG), quando ?? stato avvistato dalluomo che ha lanciato lallarme. Sul posto sono accorsi un medico veterinario e i Forestali del Comando Stazione di Nocera Umbra e al lupo ?? stata somministrata una dose di antidoto e una di anestetico cos?? da permetterne la cattura. Una volta prelevato e trasportato dai Forestali presso lo studio del veterinario, ?? stato sottoposto ad alimentazione tramite fleboclisi e alle cure adeguate. Le cronache degli ultimi giorni riportano in drammatica evidenza il grave fenomeno dellabbandono di esche e bocconi avvelenati in varie zone della regione. Basti pensare ai due lupi trovati morti a distanza di pochi giorni luno dallaltro allinterno del Parco dei Monti Sibillini. ?? emergenza, quindi, per questa specie, protetta ma minacciata dalle insidie della pressione antropica e del bracconaggio. Dai primi controlli ?? emerso che lesca avvelenata ingerita dal mammifero fosse costituita da sostanze diserbanti. La Forestale ha avviato ampie indagini mirate ad individuare i responsabili della vicenda. Nel frattempo lupo Ezechiele ha ripreso a correre riconoscente tra i boschi di una delle regioni pi?? verdi dItalia.

ENPA: AUSPICHIAMO CONSEGUENZE PENALI MA ANCHE PATRIMONIALI

Per quanto riguarda il caso in questione, Enpa auspica che vi siano conseguenze non soltanto dal punto di vista penale – l’uomo è indagato per il reato di procurato allarme – ma anche da quello patrimoniale: era stato fatto intervenire un elicottero di notte. L’Ente Nazionale Protezione Animali, che chiede agli inquirenti di valutare anche la posizione degli altri partecipanti alla battuta di caccia, ha dato mandato al proprio ufficio legale di assumere ogni opportuna iniziativa contro il cacciatore da cui è partita la “bufala” della finta aggressione. (foto Ansa)

  • Antonella P. |

    Che bella personcina questo individuo…………E non aggiungo altro perchè scatta la censura.

  • Ugo58 |

    A quanto mi risulti il fare false denunce è un reato. Procurato allarme (658 c.p.) o qualcosa del genere.

  Post Precedente
Post Successivo