Indica un intervallo di date:
  • Dal Al
This image from video provided by John Nyakatura in January 2019 shows computer-generated and robotic simulations of an Orobates Pabsti dinosaur's footprints while walking. Nyakatura has spent years studying the four-legged plant-eater, which lived before the dinosaurs, and fascinates scientists “because of its position on the tree of life.". Researchers believe the creature is a “stem amniote” _ a likely ancestor of several groups of land-dwelling animals that later differentiated into modern mammals, birds and reptiles. (John Nyakatura/Humboldt University via AP)

OroBot fa rivivere la camminata di un animale preistorico

Un robot ha permesso di “camminare” indietro nella preistoria, aiutando a ricostruire il passo e l’andatura dell’orobate pabsti, un antico quadrupede simile ai rettili vissuto circa 300 milioni di anni fa, prima della comparsa dei dinosauri. Il lavoro, descritto sulla rivista Nature dai ricercatori del Politecnico di Losanna e dell’università Humboldt di Berlino, mostra che questi animali avevano una forma di locomozione molto più avanzata di quanto pensato finora. Dell’orobate, vissuto nell’attuale Germania, esistono fossili perfettamente conservati, che sono stati scansionati dai ricercatori in tre dimensioni per ricavare un modello digitale del suo scheletro, poi animato al computer come una sorta di “marionetta digitale”.

USATI I FOSSILI DELLE SUE IMPRONTE PER CAPIRE I MOVIMENTI

In questo modo i ricercatori, guidati da John Nyakatura e Kamilo Melo, hanno potuto capire come muoveva le articolazioni, ma per escludere alcuni movimenti hanno usato i fossili delle sue impronte. Hanno così programmato la marionetta digitale per camminare dentro le impronte lasciate dall’animale milioni di anni fa, in modo da escludere alcuni tipi di andature, dopo di che hanno studiato gli animali che vivono sulla terra, come lucertole e salamandre, filmandole con video a raggi X.

COSTRUITO UN ROBOT PER CAPIRE LE ANDATURE REALI

Ciò ha permesso loro di identificare i parametri chiave della andatura – potere, equilibrio, precisione e forza di reazione al terreno – che in diverse simulazioni hanno permesso di trovare l’andatura più probabile. Per confermare la previsione nel mondo reale, hanno costruito il robot OroBot, che ha consentito di scoprire che l’orobate in realtà era abbastanza ‘atletico’ e si muoveva in modo simile al caimano. Ciò significa che non camminava “attaccato” al terreno come le salamandre, ma era abbastanza eretto, più bilanciato e capace di viaggiare più lontano dall’acqua di quanto teorizzato finora. (Ansa)

dinosauro_robot_d0057b6e1a13425aa6650745215d2eef