Indica un intervallo di date:
  • Dal Al
insetti_cibo

Uk, i “grilli croccanti” arrivano sugli scaffali del supermarket

“Grilli croccanti”, grigliati e affumicati, in bustine per un appetitoso snack veloce: la catena di supermercati britannica Sainsbury’s da oggi sarà la prima a commercializzare regolarmente sui suoi scaffali gli insetti commestibili, finora considerati esotici prodotti di nicchia, semplici curiosità in Occidente. E gli “Smoky BBQ Crunchy Roasted Crickets” a 1 sterlina e 50 sono solo uno dei prodotti di punta di un mercato che, secondo gli strateghi di Sainsbury’s, promette di infrangere le barriere psicologiche e di diffondersi. E’ pronta a scommetterci Rachel Eyre, stratega di marketing per Sainsbury’s: “Gli spuntini di insetti non dovrebbero più essere visti come una bizzarria o un test di coraggio, ed è chiaro che i consumatori sono sempre più propensi a esplorare questa nuova fonte sostenibile di proteine”. Eat Grub, il marchio londinese che produce i ‘grilli croccanti’, allevati in Europa, intende usare gli insetti, e in particolare i grilli, per condire insalate, tacos o needles. I grilli, ricorda l’Independent, contiene più proteine del manzo, del maiale o del pollo: fino a 68 grammi ogni 100 contro i 38 della carne di manzo. Gli insetti, secondo Eat Grub, sono una fonte di proteine molto più sostenibile del bestiame, produce molto meno gas serra e bisognerà tenerne conto, dedicare all’allevamento di insetti da tavola un’attenzione direttamente proporzionale alla crescita della popolazione mondiale e all’esaurimento delle risorse tradizionali. Una ricerca di Eat Grub e Sainsbury’s, scrive il giornale, rivela che un britannico su dieci ha provato almeno una volta a mangiare insetti e che almeno uno su due che lo ha fatto lo ha gradito e lo rifarebbe. Due su cinque di quelli che non hanno mai provato sono pronti a farlo. (Ansa)

3-x-bbq

eat-grub-crickets3

  • Maria Pia |

    …ma che schifo! Come si fa a mettere in bocca un insetto? Croccante…? Bleh!!!

  Post Precedente
Post Successivo