Indica un intervallo di date:
  • Dal Al
veter

Milleproroghe, la ricetta elettronica veterinaria slitta al 1° dicembre

AGGIORNAMENTO DEL 6 AGOSTO 2018 – LA RICETTA ELETTRONICA VETERINARIA OBBLIGATORIA DA GENNAIO 2019

+++

AGGIORNAMENTO DEL 24 LUGLIO 2018 – SLITTA AL 1° DICEMBRE LA RICETTA ELETTRONICA VETERINARIA

E’ prorogato al 1° dicembre 2018 il termine di decorrenza dell’obbligatorietà della prescrizione medico veterinaria elettronica sia per la prescrizione di medicinali veterinari sia per la prescrizione di mangimi medicati. E’ quanto previsto nel decreto milleproroghe approvato oggi dal Consiglio dei ministri.

+++

POST ORIGINALE DEL 19 LUGLIO 2018

La bozza di decreto Milleproroghe che il governo sta esaminando, in vista del Cdm del 24 luglio prossimo, conterrebbe alcune norme relative alle ricette veterinarie. In particolare la ricetta elettronica veterinaria, la cui entrata in vigore è prevista per il primo giorno di settembre 2018, verrebbe spostata a partire dal primo dicembre. Modificando quanto previsto dall’articolo 118, comma 1-bis, secondo periodo, del decreto legislativo n. 193/2006, infatti, si stabilisce che la prescrizione dei medicinali veterinari dovrà essere redatta esclusivamente secondo il modello di ricetta elettronica, non più dal 1° settembre 2018, bensì dal 1° dicembre 2018.

milleproroghe

+++

AGGIORNAMENTO DEL 20 LUGLIO 2018 – ANMVI CHIEDE TUTELE PER RUOLO DEI MEDICI VETERINARI

Appreso di un possibile rinvio della ricetta veterinaria elettronica – dal 1 settembre 2018 al 1 dicembre2018 – nel Milleproroghe del Governo, ANMVI chiede garanzie sui contenuti del decreto che definisce l’operatività della tracciabilità informatizzata dei medicinali somministrati ad animali, tramite la ricetta elettronica emessa dal medico veterinario. Si tratta di un provvedimento tecnico, già presentato in giugno dal Ministero della Salute e la cui emanazione è stata annunciata entro il mese. L’Associazione Nazionale dei Medici Veterinari Italiani si dice fermamente contraria a che si sfrutti la proroga per  modifiche non condivise circa l’operatività del Medico Veterinario nonché della sua titolarità prescrittiva e terapeutica. La mera trasposizione dal cartaceo al digitale delle ricetta veterinaria non può in alcun modo discostarsi dalla legislazione vigente in materia di prescrizione veterinaria.