Indica un intervallo di date:
  • Dal Al
epa06865234 Several activists of PETA and AnimaNaturalis groups hold banners reading 'Stop bullfighting' as they protest outside the City Hall in Pamplona, northern Spain, 05 July 2018 on the eve of the beginning of Sanfermines folkolric festival. The Sanfermines, famous for the encierro (the running of the bulls) event, runs from 06 to 14 July in Pamplona.  EPA/VILLAR LOPEZ

Pamplona, manifestazione contro le corride e il festival di San Firmino

Tornano a sfilare per le vie di Pamplona, in Spagna, gli animalisti di Peta e Anima naturalis. Domani inizia il tradizionale festival di San Firmino, che prevede da sabato 7 a sabato 14 luglio una corsa di tori per i vicoli del centro storico. Gli “encierros” sono previsti ogni giorno alle 8 del mattino e gli animali, provenienti da diversi allevamenti, devono percorrere 825 metri di un percorso obbligato lungo il quale turisti provenienti da tutto il mondo si lanciano per farsi inseguire, spesso rimanendo incornati e feriti anche gravemente. Per i tori, la giornata si conclude con una corrida in onore di San Fermin nella quale vengono uccisi. La manifestazione di oggi (come quella dello scorso anno) riesce appena a scalfire un’usanza che il governo spagnolo negli anni scorsi ha blindato con una legge, dichiarando la “fiesta” bene culturale nazionale e mettendola al riparo da possibili spinte abolizioniste. La processione degli animalisti, ironicamente ormai anch’essa parte della tradizione, si è svolta al ritmo di un tamburo lungo la Cuesta de San Domingo, nel centro della capitale della Navarra, teatro ogni anno delle corse con i tori, lanciando fuochi di bengala rossi a rappresentare il sangue sparso dai tori nell’arena della città. Fra gli slogan, “Tauromachia abolizione”, “La tortura non è arte nè cultura”, “San Fermines, festa di sangue”. Gli animalisti, che indossavano maschere e corna di cartone, hanno esposto cartelli con la scritta “Stop alla corrida” in varie lingue, anche in italiano, in mezzo ai numerosi turisti presenti nel centro storico di Pamplona. (foto Villar Lopez/Epa e, in fondo, Vincent West/Reuters)

epa06865357 An activists reacts as she holds a banner reading 'Stop to bullfightings' during a protest outside the City Hall in Pamplona, northern Spain, 05 July 2018 on the eve of the beginning of Sanfermines festival. The Sanfermines runs from 06 to 14 July in Pamplona. EPA/Villar Lopez

Protesters take part in a demonstration against bullfighting before the start of the San Fermin festival in Pamplona, Spain, July 5, 2018. REUTERS/Vincent West

  • Alice |

    Una vergogna incivile da parte del governo e la UE che non è da meno visto che permette a uno stato membro di continuare a perpetrare queste torture sugli animali.

  Post Precedente
Post Successivo