Indica un intervallo di date:
  • Dal Al
pecora_sacrificiao

Corte di giustizia Ue: macellazioni rituali solo in macelli riconosciuti

Le macellazioni rituali senza stordimento degli animali possono avvenire soltanto in un macello riconosciuto. Lo ha stabilito la Corte di giustizia Ue intervenendo su un caso sollevato da un tribunale belga. Secondo la Corte, il provvedimento introdotto nel 2015 nelle Fiandre secondo cui tutte le macellazioni di animali senza stordimento, anche quelle effettuate nell’ambito della festa musulmana del sacrificio, devono aver luogo solo nei macelli riconosciuti è valido alla luce della libertà di religione garantita dalla Carta dei diritti fondamentali dell’Unione europea. La regolamentazione, introdotta dal ministro della Regione Fiandre competente per il benessere animale ha infatti il solo scopo di organizzare il libero esercizio della macellazione rituale e non comporta una limitazione del diritto alla libertà di religione dei musulmani praticanti e tiene inoltre conto delle principali norme Ue in materia di protezione del benessere degli animali e della salute dei consumatori di carne animale. Soddisfatta l’associazione belga Gaia, da sempre in prima linea contro le macellazioni rituali, problema particolarmente sentito in Belgio. (nella foto, una delle immagini della campagna Gaia per la festa del sacrificio dell’anno scorso)

  • Gianni |

    In un paese che si dica laico e civile, a mio parere, la libertà di religione e le varie “superstizioni” legate alla stessa, non possono calpestare i diritti più elementari che dovrebbero essere riconosciuti dalla UE agli animali, ad esseri viventi. Lo trovo vergognoso e aggiungo che la macellazione senza stordimento in toto è una sofferenza inutile ed evitabile.

  Post Precedente
Post Successivo