Indica un intervallo di date:
  • Dal Al
efe39e56eee628d9eacc100dcb4b0996

I primi quarant’anni di Lav: da domani a Roma i festeggiamenti e il Congresso Nazionale

Vacanze romane (ma di lavoro) per festeggiare i suoi primi quarant’anni. E’ così che Lav celebra il suo compleanno, con tre giorni di incontri, iniziative, festeggiamenti e un Congresso Nazionale a Roma il 9, 10 e 11 giugno a Palazzo Santa Chiara, nelle adiacenze del Pantheon. “Anni di impegno e di battaglie per i diritti degli animali, anni che parlano dell’affermarsi di una nuova sensibilità per gli animali, di evoluzioni sociali e legislative, di piccoli passi e grandi vittorie”, ricorda una nota dell’associazione animalista. Nel corso del lungo weekend anche una mostra che ripercorre le tante battaglie dell’associazione, tra amarcord (come la decisione nel 1987 di pubblicare il libro di Peter Singer “Liberazione animale”, che tutti gli editori italiani rifiutavano) e azioni concrete “per mettere fine alla vivisezione, alle pellicce, a circhi e zoo, alla caccia, contrastare la zoomafia, l’abbandono di animali e il traffico di cuccioli, fino a scelte sempre più condivise come la moda animal free e la scelta veg”. Il video, sotto, ricorda alcuni momenti di questi quattro decenni: le prime battaglie per l’antivivisezionismo, la liberazione dei beagle e i processi di Green Hill, l’abbruttimento dell’allevamento intensivo. Domenica, per concludere, gli adempimenti congressuali: l’illustrazione e la votazione del bilancio consuntivo 2016, la presentazione e il voto del Documento di Programmazione delle attività 2018 e di alcune modifiche statutarie. “Lav viene fondata a Roma il 28 maggio 1977 da nove donne e uomini in una stanza in Via dei Portoghesi 18, prestata da uno dei soci e trasformata subito in una sede. Con pochi mezzi ma con un grande sogno di equità e giustizia per tutte le specie, i primi attivisti sono stati dei veri pionieri in tema di diritti degli animali – ricorda un comunicato -. La nostra battaglia antivivisezionista ha segnato una chiara svolta culturale e politica e negli anni, la nostra visione originaria si è ampliata, si sono aggiunti molti altri temi, obbiettivi e traguardi, raggiunti e da realizzare, per il rispetto dei diritti di tutti gli animali: un mondo dove ogni singolo animale abbia libertà, dignità e vita”. Auguri da 24zampe.