Indica un intervallo di date:
  • Dal Al
cane_-palma_bruno

Bruno, il barbone bianco che vince la “Palma d’oro per cani” al festival di Cannes

“Bravo quel barbone, recita come un cane”. E’ questa, in sostanza, la motivazione con la quale la giuria del festival francese del cinema di Cannes ha conferito la “Palma d’oro per cani”, il prestigioso Palm dog award, a Bruno. Il bravo e fortunato protagonista a quattro zampe è un barboncino bianco che vive nella disfunzionale famiglia di Dustin Hoffman (nella foto sotto, con Bruno) e Emma Thompson, protagonisti del film “The Meyerowitz Stories”, diretto dal regista americano Noah Baumbach e prodotto da Netflix. Il Palm Dog, che riconosce un encomio e un collare di pelle all’attore più cane di Cannes, è un premio inventato dal 2001 da Toby Rose per segnalare la “miglior recitazione di un cane (vero o animato) o gruppo di cani”. The Grand Jury è invece andato al pastore tedesco Lupo del film Ava di Lea Mysius. The Dogmanitarian Award, che segnala il miglior rapporto tra uomini e cani, è stato attribuito poi a Lesley Caron, la 17enne proprietaria di Shih Tzu, soprannominato Tchi Tchi. Premiati, infine, anche tre cani della sicurezza operativi quest’anno a Cannes. Un premio, ha detto la critica Kate Muir, uno dei membri della giuria, “esteso ha tutti i cani coinvolti contro il terrorismo”.

baumbach_meyerowitz2