Indica un intervallo di date:
  • Dal Al
agnelli

Già 35mila le firme contro la “mattanza” degli agnelli per Pasqua chieste da Enpa

AGGIORNAMENTO DELLE 23.40

Domattina alla Camera alle ore 10.00 prevista una delegazione di animalisti Enpa per portare degli agnelli alla presidente Laura Boldrini. Ne scriviamo qui su 24zampe.

+++

POST ORIGINALE

Sono ormai 35mila le firme già raccolte dalla petizione di Enpa su Firmiamo.it, qui, che chiede la fine della macellazione degli agnelli in occasione della Pasqua, che nel 2016 ha portato al mattatoio quasi 2,7 milioni di animali tra agnelli, agnelloni e capretti. “Le vittime della cosiddetta ‘Pasqua di sangue’ sono cuccioli tra i 30 e i 40 giorni di vita, strappati prematuramente alle loro madri dopo una gravidanza di 5 mesi regolata in modo tale da poterli uccidere quando pesano circa una decina di chili. La pratica della macellazione è assolutamente atroce: la Pasqua è una festa dello spirito, non della carne. E senz’altro non della carne di migliaia di agnelli che ogni anno vengono sterminati per diventare un piatto di portata”. “Secondo le stime più recenti rilasciate dall’Istat, i numeri di questo massacro continuano ad essere impressionanti – dichiara Marco Bravi, Presidente del Consiglio Nazionale di Enpa -. Per questo ribadiamo il nostro impegno a salvare i cuccioli di pecora dal mattatoio, invitando le persone a riflettere bene su ciò che si cela dietro a quelle confezioni anonime in cui viene imballato ciò che resta dei poveri agnelli”. La settimana santa si è aperta con diverse manifestazioni di associazioni contrarie al massacro degli agnelli. Animalisti italiani onlus domenica ha organizzato davanti alle chiese di tutta Italia un’attività informativa, lanciata con l’hashtag #savethelamb. Animal Equality ha preso posizione attraverso l’ultima campagna #SALVAUNAGNELLO che comprende un video con testimonial Tullio Solenghi (visibile qui). Anche l’ex premier Silvio Berlusconi è sceso in campo, un paio di giorni fa, contro la strage di agnellini e capretti e per una “Pasqua veg”: in collaborazione con la Leidaa di Michela Vittoria Brambilla ne ha salvati cinque, portandoli nella tenuta di Arcore e facendosi ritrarre mentre li allatta. Ne abbiamo scritto qui su 24zampe. (nella foto sotto, un’immagine della campagna Enpa)

pasqualino

  • Loredana |

    Non è indispensabile togliere la vita a questo piccoli per una abbuffata pasquale

  • Gina |

    Che gusto c’è mangiare un piccolo essere solo a sentire il suo pianto si accappona la pelle, !!!!!!

  • Paola casati |

    Vorrei che la gente si soffermasse sul l’animale è non sul prodotto da mangiare!

  • Barbara |

    Usanza barbara e incivile quella di cibarsi anche di cuccioli di pochi giorni. Spero nella sua fine al più presto.

  • JENNIFER GARCIA |

    questa storia deve finire!

  Post Precedente
Post Successivo