Indica un intervallo di date:
  • Dal Al
reggiacas

Agenda animale, tutti gli appuntamenti del weekend del 25-26 giugno 2016

Per segnalazioni scrivere una mail a 24zampe@ilsole24ore.com

+++

ARTE E ANIMALI, REGGIA DI CASERTA, FINO AL 31 AGOSTO 2016

La Cracking Art lascia le strade, le piazze e le stazioni ferroviarie, ovvero i luoghi del vivere quotidiano per invadere gli spazi di un grande museo come la Reggia di Caserta. I visitatori del monumento patrimonio dell’Unesco possono ammirare circa 50 opere colorate raffiguranti animali, dalle lumache alle rane ai cani, dislocate nella Galleria centrale e lungo tutto il percorso del Parco Reale. Le installazioni, visibili fino al 31 agosto prossimo, sono realizzate in plastica riciclata. Il movimento Cracking Art nasce nel 1993 con la volontà di cambiare profondamente la storia dell’arte attraverso un forte impegno sociale e ambientale. Attraverso l’utilizzo dei materiali plastici il gruppo esalta il rapporto tra vita naturale e realtà artificiale.

+++

OPEN DAY CANILE VITINIA, ROMA, SABATO 25 GIUGNO 2016

Sabato 25 giugno 2016 un Open Day per presentare un progetto di protezione del territorio e difesa degli investimenti pubblici  “adottiAMO Oasi Arcobaleno” per il rilancio di un parco per animali a Roma A distanza di 4 mesi dalla chiusura del rifugio comunale Vitinia ex Poverello, cittadini al lavoro per salvare un bene comune ROMA 22 giugno 2016 – A distanza di 4 mesi dalla chiusura dell’unico parco canile di Roma – il rifugio comunale Vitinia ex Poverello – i cittadini si sono organizzati per ripartire da soli. “adottiAMO Oasi Arcobaleno” si chiama il progetto che verrà presentato sabato 25 giugno 2016, dalle ore 10 alle ore 20, in via del Mare km 13,800, all’altezza di Vitinia, là dove un tempo era aperto il rifugio comunale che la Gestione Commissariale del Comune di Roma ha deciso di chiudere il 24 febbraio 2016. I cittadini hanno firmato il compromesso di acquisto per la porzione di terreno privato su cui sorgeva una parte del rifugio comunale e hanno preparato la road map che porterà alla riapertura di un nuovo parco per animali nel verde, totalmente gestito dal volontariato. Un progetto che intende difendere gli investimenti pubblici effettuati nel 1999 per la costruzione di un canile che insiste su di una area demaniale di circa un ettaro e per proteggere il territorio dal degrado che sta inesorabilmente avanzando. Una esperienza a sostegno dei canili comunali di Roma, ormai ridotti a 2 (Muratella e Ponte Marconi), che devono essere rilanciati e potenziati anche grazie alla contemporanea presenza di iniziative di volontariato puro. “difendiAMO beni comuni e investimenti pubblici / restituiAMO un sogno a persone e animali / adottiAMO Oasi Arcobaleno” è il titolo della manifestazione che, dalle ore 10 alle ore 20, prevede – oltre alla presentazione del progetto – massaggi shiatsu, lettura dei tarocchi, visite guidate alla Riserva Naturale del Litorale Romano, incontri con educatori cinofili, colazione a 2 e a 4 zampe e pic nic vegetariano, laboratori per bimbi nel verde, e una grande festa di compleanno collettivo per tutti i 4 zampe presenti accompagnati dalle loro famiglie con la proclamazione di Miss e Mister Arcobaleno.  Saranno presenti Paola Andreozzi, educatore cinofilo ENCI, e Antonella Tomassini che presenterà il suo libro “Pianeta Vegan” Edizioni Mediterranee. Per saperne di più, associazionemifido@gmail.com 3316005643 – Pagina Facebook Rifugio Vitinia ex Poverello – Roma

+++

ADOZIONI, VITERBO, FINO A DOMENICA 26 GIUGNO

Partenza a pieno ritmo per l’iniziativa dal titolo “Adotta un amico” promossa dall’Enpa di Viterbo presso il Centro Commerciale Tuscia: nella sola giornata di apertura, il 20 giugno, i volontari viterbesi sono riusciti a fare adottare due cani e una gatta. L’evento prosegue fino a domenica 26 dalle 16.30 alle 19.30 con l’auspicio che altri “senza famiglia” possano trovare casa.
201662312114694

+++

NO PET NO PARTY, ROMA, FINO A DOMENICA 26 GIUGNO 2016

“No Pet No Party” si inaugura a partire da sabato 18 Giugno, presso Euroma2 a Roma, e dura fino a domenica 26 giugno. L’evento comprende un programma di adozioni, incontri divulgativi, mostre, sfilate, consigli veterinari e nutrizionali, dimostrazioni di dog agility, dog dance, pet therapy, toelettatura e tanto altro. Durante la manifestazione saranno presenti i volontari dell’A.I.D.A.&A. O.N.L.U.S., per informare il pubblico sul tema delle adozioni e le campagne di sensibilizzazione in difesa degli animali. L’evento di Euroma2 nasce per veicolare meglio i messaggi dell’amore e del rispetto per tutti gli animali, ed è organizzato a inizio della stagione estiva al fine di sensibilizzare il pubblico su tematiche come il fenomeno dell’abbandono di animali domestici in vista delle partenze per le vacanze. In esposizione le foto della Mostra a cura del Museo parigino a Roma, dal titolo “Sorridendo con Monsieur Baubau”: una straordinaria raccolta di rare immagini tratte dall’Album des Bêtes, con illustrazioni di Grandville e Kaulbach.

Locandina NPNP

+++
DOG BAR, FIRENZE, DOMENICA 26 GIUGNO 2016
E’ nato il primo “dog bar” di Firenze. L’inaugurazione è fissata per domenica 26 giugno, dalle ore 17, nel giardino di “Al Bar” in via dell’Albereta 21. La novità si inserisce nella rassegna estiva all’aperto “Il meraviglioso mondo dell’Albereta”. Un’area e una giornata interamente dedicata agli amici “A 4 zampe nel parco”: dopo la passeggiata pomeridiana al Parco dell’Albereta, cane e padrone avranno l’occasione di fermarsi a mangiare una gustosa merenda. Il dog bar servirà biscottini, dolcetti e popcorn accompagnati da birra, vino e gelato fatti ad hoc per la loro salute (considerati tra le ultime novità nel panorama dei prodotti per cani) presentati in ciotole speciali personalizzate. L’animale sarà accolto in maniera speciale, all’insegna del bon ton, con postazioni e ombrellino “a misura” per ripararlo dal caldo e ciotola personale, e i padroni potranno a loro volta fare merenda insieme al proprio fedele amico. Immancabili i sacchetti per la raccolta delle deiezioni del proprio amico peloso, da chiedere al barista. Anche quelli personalizzati con lo slogan “Raccattala sennò la pesti!”. Prevista la presenza di una postazione fotografica con Polaroid per immortalare i momenti da ricordare con il cucciolo preferito.
+++

MOSTRA FOTOGRAFICA, MILANO, FINO AL 1° OTTOBRE 2016

E’ dedicata al pioniere della fotografia Eadweard Muybridge (1830-1904) la mostra “Muybridge Recall”, dal 19 maggio al 1° ottobre nella Galleria del Credito Valtellinese di corso Magenta 59 a Milano. Con i suoi studi fotografici sul movimento di animali e uomini, Muybridge alla fine dell’800 svela fondamenti di biodinamica fino ad allora ignoti, arrivando a influenzare la pittura impressionista. Il fotografo inglese in California dimostra inequivocabilmente che un cavallo in corsa si stacca dal terreno quando le zampe si trovano in posizione raccolta sotto il corpo e non, come erronamente pensato (e dipinto e scolpito) fino ad allora, in condizione di massima apertura. Prosegue la carriera riprendendo altri animali, uccelli, persone, tra cui anche disabili, e inventa lo Zoopraxiscopio, per proiettare le sue immagini in sequenza, antesignano del cinema. La mostra, per la prima volta in Italia, è aperta da martedì a sabato con orari 13.30-19.15, ingresso libero, e chiusa domenica e lunedì, nei festivi e dal 2 agosto al 5 settembre. Per saperne di più, cliccare qui, per vedere una selezione delle foto cliccare qui.

Muybridge_horse

+++

STORIE DI UNA BALENA, FIRENZE, DAL 12 MAGGIO 2016

Una balena preistorica circondata da una ricca fauna fossile, testimonianza della comunità marina che si è venuta a creare attorno al cetaceo adagiatosi sul fondale. E’ la sorpresa offerta a partire dal 12 maggio dal Museo di Storia Naturale dell’Università di Firenze con “Storie di una balena”, nuova sala espositiva permanente all’interno della sezione di Geologia e Paleontologia, già ricca di importanti testimonianze fossili della Toscana. Lo scheletro del cetaceo, risalente al Pliocene e lungo 10 metri, è stato rinvenuto nel 2007 presso Orciano Pisano, in un campo coltivato, alla profondità di appena 50 centimetri. La balena, recuperata nella sua connessione anatomica e restaurata dai paleontologi dell’Ateneo, viene esposta insieme ad altri reperti fossili (mammiferi, pesci e invertebrati) che per lungo tempo hanno ricavato risorse energetiche dalla decomposizione della carcassa. “Per la prima volta in Italia sarà possibile osservare – spiegano i curatori Stefano Dominici ed Elisabetta Cioppi – che cosa è successo in tempi geologici nella comunità marina creatasi alla morte della balena. Vogliamo offrire la sensazione di camminare sul fondo del mare dell’antichità, a 100-150 metri di profondità, grazie anche a un allestimento innovativo, coinvolgente e multimediale, curato dall’architetto Lorenzo Greppi”. Il percorso espositivo presenta, fra l’altro, le varie specie che hanno tratto energia vitale dalla carcassa, anelli della catena alimentare dell’ecosistema: squali, granchi, ricci di mare. E, ancora, gli animali vissuti insieme alla balena: delfini, capodogli, foche, razze e altri pesci, tartarughe marine e uccelli.

+++

MOSTRA LIGABUE, PALERMO, FINO AL 31 AGOSTO 2016

La lotta per la sopravvivenza nel mondo animale riflessa nella vita umana e l’amarezza e l’introspezione degli autoritratti raccontate in ottanta opere del pittore Antonio Ligabue, in mostra al Palazzo Reale di Palermo fino al 31 agosto. La mostra propone un excursus storico e critico sull’attualità dell’opera di Ligabue che, seppur incentrata su pochi temi sempre ripetuti e sempre rinnovati, rappresenta ancora oggi una delle punte più interessanti dell’arte del Novecento. La rassegna monografica “Antonio Ligabue (1899-1965). Tormenti e incanti” intende fare conoscere i diversi esiti dell’opera dell’artista, nel corso della sua attività (dagli anni Venti al 1962), declinati nelle diverse tecniche attraverso le quali Ligabue si è espresso. Anche attraverso le scelte di allestimento, l’esposizione permetterà di approfondire e scavare nei nuclei tematici fondamentali dell’artista, per vedere sia come variano nel tempo i suoi centri di interesse sia come si evolve un particolare motivo, e i reciproci transiti dall’uno all’altro. “Due sono i filoni fondamentali – ha detto il curatore Sandro Parmiggiani – cui si è dedicato Ligabue: gli animali esotici, della foresta, e comunque tutti quelli che possono essere definiti predatori; gli autoritratti, un capitolo di dolente, amara poesia. Non mancano tuttavia altri soggetti, quali le scene di vita agreste e gli animali domestici, e alcuni ritratti su commissione”.

ligabue_gatto_topo