Indica un intervallo di date:
  • Dal Al
Maialineri

Allevamento, il Mipaaf riconosce il Suino Nero di Parma: “Esempio di biodiversità”

“Un risultato molto positivo che premia il lavoro di un intero territorio (produttori, Università, Istituzioni locali e la stessa Regione) famoso nel mondo per la qualità della sua agricoltura e delle sue produzioni agroalimentari”. Così l’assessorato regionale all’Agricoltura commenta il riconoscimento del ministero dell’Agricoltura (Mipaaf) alla razza Suino Nero di Parma, tutelata da un consorzio, e l’inserimento in una apposita sezione del Registro anagrafico. Si tratta di una razza antica, risalente all’Impero Romano, quando i maiali neri del sud d’Italia e della Spagna si sono incrociati con i suini che popolavano la pianura e le paludi di quello che oggi è il parmense. Quasi scomparsi all’inizio del ‘900, soppiantati dalle più produttive razze bianche, solo negli anni ’90 è iniziato il lavoro della loro riscoperta. “Il Suino Nero di Parma – viene sottolineato – è una razza locale, dalle carni pregiate che sono all’origine di salumi di elevata qualità. Un esempio di quella biodiversità animale e vegetale che la Regione è impegnata a promuovere. Un’eccellenza dell’Emilia-Romagna, oltre che del parmense, che ora potrà essere ulteriormente valorizzata, anche attraverso le risorse del Programma regionale di sviluppo rurale”.
  • Guido Minciotti |

    Le consiglio di rivolgersi al Consorzio, a questi indirizzi:
    CONSORZIO DI TUTELA SUINO NERO PARMA
    Sede legale c/o Comunità Montana delle Valli del Taro e del Ceno
    Piazza XI Febbraio, 7 – 43043 Borgo Val di Taro
    Segreteria c/o Agri-eco srl
    Via Del Fontanino, 7 – 43012 Fontanellato (PR)
    Tel 0521-829109 Fax 0521-829536

    Grazie di leggere 24zampe e saluti, gm

  • Mattia |

    Salve vorrei sapere se c’è un contributo per il suino di Parma siccome ho 10 ettari tra querce è castagni in montagna sarei interessato ad allevarlo

  Post Precedente
Post Successivo