Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Bestiario in breve: i cani di Johnny Depp, 5 serpenti a Roma, case vacanza pet-friendly, cani antitabacco della Gdf

Questa rubrica è un esperimento.
AUSTRALIA, RINVIATA UDIENZA PER LA MOGLIE DI JOHNNY DEPP PER IL CASO DEI DUE CANI IMPORTATI ILLEGALMENTE
Si prolunga la controversia attorno ai cagnolini della star di Hollywood Johnny Depp, introdotti illegalmente in Australia lo scorso aprile, con il rinvio da al due novembre della causa in tribunale a carico della moglie Amber Heard, accusata di violazione della legge sulla biosicurezza. Amber Heard oggi non era in corte ed era rappresentata dai suoi legali. Durante il weekend è stata vista con Depp al Festival del Cinema di Venezia. L’accusa a suo carico è di due reati di violazione della legge sulla quarantena e di un reato di produzione alla dogana di documento falso, punibili con multe fino a 100 mila dollari australiani (62 mila euro) o 10 anni di detenzione. I due piccoli Yorkshire terrier, Pistol e Boo, hanno fatto scattare un caso internazionale dopo essere giunti con la coppia a bordo del jet privato di Depp, che tornava in Australia per continuare le riprese del quinto capitolo della serie cinematografica ‘Pirati dei Caraibi’, nella Gold Coast del Queensland. Il ministro dell’Agricoltura Barnaby Joyce aveva emesso un ultimatum di 72 ore per far tornare negli Stati Uniti i due cani, minacciando di farli sopprimere. Sabato scorso Depp, in una conferenza stampa a Venezia per promuovere il suo film Black Mass, rispondendo a una domanda sui cagnolini, ha colto l’occasione per rivalersi con Joyce dichiarando: “ho ucciso i mie cani e li ho mangiati, sotto ordini diretti di, non so, una specie di uomo sudato e panciuto dall’Australia”. (Ansa)
ANIMALI: CINQUE SERPENTI SALVATI DALLA FORESTALE A ROMA
Il personale del Servizio Cites di Roma del Corpo forestale dello Stato ha tratto in salvo cinque esemplari vivi di `Boa Constrictor´ rinvenuti a piazza Paolo Diacono a Roma all’interno di alcune teche accanto a un ragazzo senza fissa dimora. I rettili, considerati una specie a rischio d’estinzione, sono stati trasportati dal personale del Corpo forestale dello Stato presso un Centro di recupero di fauna esotica in zona Appia a Roma. Sono tuttora in corso ulteriori accertamenti da parte della Forestale per valutare lo stato di salute e la legale provenienza dei serpenti, che il giovane ha dichiarato essere di sua proprietà. (Kronos)
ESTATE 2015, LE CASE VACANZA “PET-FRIENDLY” SONO IL 40% DELL’OFFERTA
Piscina, tv satellitare e pet friendly: gli italiani scelgono sempre di piu’ le case vacanze Milano, 7 set.(AdnKronos) – Gli italiani scelgono l’Italia. Per comfort, comodità, servizi. E risparmio. La casa vacanza sta diventando sempre più la prima scelta degli italiani in vacanza nel Belpaese. Con una crescita del 6% rispetto all’anno scorso, l’estate di caldo e temperature record che ci stiamo lasciando alle spalle segna anche il boom delle richieste di questo genere di alloggi. Non solo le spiagge, il clima, le città d’arte, la cultura e l’enogastronomia del Belpaese. A orientare sempre di più la scelta degli italiani sono le case vacanze che si fanno sempre più accoglienti e dotate di ogni comfort. HomeAway, uno dei leader mondiali nel mercato on line degli affitti di case vacanze, segnala un fenomeno in costante crescita. Il fattore «pet-friendly», ovvero la disponibilità da parte dei proprietari ad accogliere animali (benvenuti in circa il 40% di tutti gli annunci presenti sulla piattaforma), l’accesso a internet, la disponibilità di un parcheggio, la presenza di un giardino, di un barbecue, la tv satellitare, l’aria condizionata e la piscina, a disposizione in circa il 33% delle case vacanza. Questi i comfort più richiesti dai vacanzieri. Ma dove vanno gli italiani in vacanza? Su questo fronte poche sorprese e molte conferme. A dominare il mercato domestico le località balneari, la Sardegna su tutte con un aumento del 33% rispetto alla scorsa estate, ma anche Puglia, Sicilia (+18%), e Toscana (+13%). Resistono anche Liguria e Lazio che hanno registrato un aumento della domanda rispettivamente del 5% e del 4%. (Kronos)
INDIA: LEOPARDI, LA STIMA UFFICIALE E’ DI 12-14MILA ESEMPLARI
La popolazione indiana di leopardi “e’ di 12-14mila unità” ed in generale “gode di migliore salute di quella delle tigri”. Lo ha sostenuto Yadvendradev V.Jhala, lo studioso indiano che lo scorso anno ha realizzato il primo attendibile censimento di questo temibile felino predatore. Il nucleo centrale del censimento dei leopardi, ha spiegato durante un seminario a Dehradun dell’Istituto della natura dell’India, e’ avvenuto parallelamente a quello realizzato nelle riserve delle tigri, con eccezione del nord-est. “In queste aree – ha precisato – abbiamo avvistato 7.910 esemplari di leopardo”. Ma, ha subito aggiunto, “vi sono leopardi fuori dalla zona che noi abbiamo coperto. E sulla base delle cifre a nostra disposizione stimiamo che il totale della popolazione di questi felini sia in India fra 12.000 e 14.000 esemplari”. In precedenza le stime della presenza dei leopardi nei vari Stati indiani erano molto piu’ approssimative e variavano fra i 10.000 ed i 45.000 esemplari. In dichiarazioni al quotidiano The Times of India, Jhala ha assicurato che “la popolazione di questi animali e’ ben distribuita su tutto il territorio” ed e’ “piuttosto in buona salute”. “Importanti gruppi di leopardi – ha ancora detto – vivono in zone contigue, assicurando cosi’ un sano interscambio genetico. Per cui i leopardi non hanno gli stessi problemi di isolamento che devono affrontate le tigri indiane”. (Ansa)
CONTRABBANDO, PRIMI SEQUESTRI GRAZIE AI CANI ANTITABACCO DELLA GDF
Primo sequestro di sigarette di contrabbando nelle Marche, e fra i primi in Italia, condotto da un cane antitabacco, un pastore tedesco messo a disposizione della Guardia di finanza grazie ad un accordo con la Piliph Morris Italia, che ha sostenuto le spese di acquisto di 15 cani, addestrati poi dalla Gdf con un corso di nove settimane. Ad Ancona ‘Gaby’ ha fiutato 16 kg di sigarette di contrabbando (Malrboro, Em@il, Ruby Super Slim e Raquel Slims), fra gli scatoloni di un furgone appena sbarcato da un traghetto greco e controllato dai finanzieri insieme alla Dogana. Nei giorni scorsi, a Malpensa e a Palermo, i cani ‘Jacky’ e ‘Arca’ hanno consentito di sequestrare rispettivamente 45 e 35 kg di sigarette di contrabbando. (Ansa)