Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

New York, lascia in eredità 100mila dollari ai suoi animali: 32 pappagalli, un cane e un gatto

Un fondo da 100mila dollari per i suoi 32 pappagalli. E’ quanto prevede il testamento di Leslie Ann Mandel, milionaria di New York morta in giugno. Nel testamento i fondi sono stanziati affinche’ i pappagalli continuino a vivere nella casa da quattro milioni di dollari di Mandel a East Hampton. Il fondo si occupera’ anche del gatto Kiki e del cane Frosty. Non e’ la prima volta che nei testimoni sono previsti fondi per animali. Leona Helmsley, magnate degli hotel, aveva lasciato 12 milioni al suo cane.
Questo cose possono succedere solo negli Stati Uniti. In Italia, infatti, non è possibile nominare erede un animale, pena la nullità dell’atto. Per la legge italiana, gli animali non possono ricevere alcunchè in eredità. Esistono però un paio di strade percorribili per chi volesse lasciare i propri beni a uno o più animali.
La prima è quella di nominare, con un atto testamentario, una persona erede, vincolandolo all’obbligo di occuparsi per tutta la vita dell’animale prescelto. Le clausole inserite nel testamento chiariranno nei dettagli come egli dovrà provvedere alle esigenze di mantenimento e di benessere. Una seconda via, ne abbiamo parlato qui e qui su 24zampe quando ci siamo occupati dell’iniziativa Lav “Fare testamento a favore degli animali”, è quella di nominare, sempre con testamento, una qualunque associazione animalista, specificamente indicata, come erede, destinando il patrimonio a molti altri animali abbandonati e bisognosi oltre al proprio, di cui l’associazione si prenderà senz’altro cura.