Indica un intervallo di date:
  • Dal Al
cane_seggio2

Un governo M5S-Lega sarà “buono per gli animali”? Il Pae dice “No”

Alla domanda se il nascente governo M5S-Lega sarà “buono per gli animali” il Partito animalista europeo risponde “No”. Del resto, premette il Pae, ci troviamo in una situazione di continuità con il precedente esecutivo. Inoltre, nonostante l’emergenza continui soprattutto all’estremo Sud, la parola “randagismo” da tempo è scomparsa dal vocabolario politico. Da un controllo generale sui programmi dei protagonisti “dell’inciucio Salvini-Di Maio” risultano essere assenti i temi della tutela e del benessere animale. Nel dettaglio, da parte leghista emergono scelte favorevoli allo sfruttamento degli animali da reddito e degli allevamenti intensivi, appoggio alle lobby delle armi e venatoria e alla Direttiva Ue pro-vivisezione 63/2010, di cui Salvini è firmatario. Sulla sponda grillina non va meglio: neppure nel programma elettorale del Movimento 5 Stelle compare la voce “animali” – che anzi è stata rimossa a pochi giorni dalle elezioni – e gli ex parlamentari animalisti Mirko Busto e Paolo Bernini non sono stati ricandidati. “Allevamenti intensivi, allevamenti da pelliccia, limitazioni ed addirittura abolizione della caccia ed inasprimento delle pene per i reati a danno degli animali non interessano più al M5s a guida Di Maio”, conclude il Partito animalista europeo.

+++

AGGIORNAMENTO DELLE 20.20

Un lettore di 24zampe, Mauro Ferrando, scrive segnalando le misure previste dal M5S in tema di reati contro gli animali, pubblicati nel programma del Movimento sotto la voce “giustizia” a pagina 15. Pubblico la pagina qui sotto ma ci tengo a dire che più volte durante la campagna elettorale ho chiesto di conoscere le proposte dei 5S a riguardo senza mai aver avuto notizia di queste. In ogni caso, la lettura della paginetta mette in luce un altro genere di problema: un’eventuale abrogazione dell’art. 842 c.c., che consente al cacciatore di entrare in un fondo privato senza autorizzazione, metterebbe di fatto fine alla caccia così come si svolge ora. Un altro punto da scrivere sul contratto di governo tra la Lega (pro-caccia) e il Movimento (anti-caccia).

prog_m5s_animali