Indica un intervallo di date:
  • Dal Al
orso_daniza

“Mamma orsa Kj2” uccisa in Trentino: animalisti preoccupati per la sorte dei due cuccioli

Animalisti preoccupati per la sorte dei due cuccioli di “mamma orsa Kj2”, uccisa nei giorni scorsi in Trentino forse proprio davanti ai suoi piccoli. La Lega per l’abolizione della caccia si chiede che fine faranno due orsetti senza guida materna al sopraggiungere dell’inverno mentre Enpa rivolge al governatore trentino Ugo Rossi la domanda diretta: ha notizie dei figli di Kj2? “Milioni di persone, ovunque nel mondo, tra cui esperti zoologi, hanno espresso dispiacere e perplessità circa l’uccisione della mamma orsa Kj2 e preoccupazione per l’incolumità dei suoi cuccioli, mentre la Provincia autonoma di Trento tace sulle modalità dell’esecuzione della madre e sulle misure prese a tutela dei due piccoli che dovrebbero essere sugli 8 mesi circa”, afferma in una nota la sezione Trentino Alto Adige della Lega per l’abolizione della caccia (Lac). “Si suppone che i forestali provinciali stiano monitorando a distanza i piccoli orfani di Kj2 e che siano pronti a nutrirli in caso di necessità. Avere ucciso Kj2 – prosegue la Lac – lascia i cuccioli senza una guida preziosa poco prima dell’inverno e in balia di eventi casuali troppo indefinibili. In mancanza della presenza materna potrebbero perdere la naturale ritrosia e timore nei confronti dell’unica specie animale realmente pericolosa per loro, l’uomo”. Secondo gli animalisti della Lac, “è urgente e necessario evitare che i cuccioli, senza la guida della madre, per fame o inesperienza, si avvicinino al cibo troppo facilmente reperibile presso gli insediamenti umani. I due cuccioli erano ancora in compagnia della madre Kj2 quando lei è stata uccisa, vuol dire che non erano ancora pronti a vivere autonomamente”, passo che avviene tra i 24 e i 36 mesi d’età. Enpa ha chiesto ieri sera via Twitter a Rossi di dare una risposta – durante il Meeting di Rimini, dove era invitato – sulla sorte dei due piccoli. Diverse le iniziative animaliste contro il governatore e la provincia autonoma, con minacce di boicottaggio di prodotti e turismo. Ne abbiamo scritto qui su 24zampe. Una delegazione ha manifestato davanti alla sede dell’incontro riminese sotto l’hashtag #giustiziaperKj2. Anche nei giorni scorsi, la Protezione animali chiedeva di avere “notizie certe sui cuccioli, perché la preoccupazione sulla loro sorte è tanta. Sono monitorati? Sono sostenuti? Sono radiocollarati? Vogliamo conoscere quali siano le misure intraprese a loro tutela. Intanto – si legge in una nota – chiediamo a tutti di non fermarsi con le proteste, che devono sempre avvenire in maniera pacifica, e soprattutto di chiedere al Governo che al Trentino non vengano dati privilegi in merito alla gestione di orsi e lupi, come da richiesta avanzata dalle Province autonome”. (nella foto sopra, l’orsa Daniza con i suoi cuccioli. Sotto, l’Enpa a Rimini)

enpa_rimini

 

  • Walter Merler |

    Ma chi lo ha detto che l’orsa in questione avesse i piccoli? A tutt’oggi non sono stati avvistati piccoli di orso vaganti nella zona e nemmeno sono stati trovati morti. Quindi smettiamola di fare della demagogia. E’ di per se già deplorevole il fatto che si sia dovuto ricorreree all’uccisione.

  • Riccardo |

    Questi cuccioli che hanno tutto il diritto ad essere aiutati, mi dicono gli esperti resistono poco da soli.
    SI COSTRINGA CON TUTTI I MEZZI CHI DI DOVERE A INTERVENIRE ED INFORMARCI.

  • Franco bovenzi |

    Dove sono e come stanno i cuccioli, chi di dovere dia delle risposte. Inoltre: saranno aiutati in caso di necessita’? Per essere aiutati devono essere monitorati: lo sono?

  • laura |

    Anch’io vorrei almeno avere assicurazioni sui cuccioli. E’ necessario tenere alta l’attenzione su quanto successo.

  • Viviano |

    Atto deplorevole per non dire di peggio!!!!’ Anche la mia famiglia è sconcertata per l’accaduto. Abbattere un animale e per di più con prole, che vive il suo ambiente, è veramente da irresponsabili. E poi chi ci dice che non sia accaduto per un comportamento umano poco rispettoso degli spazi di un animale? Molto semplice: ai nostri cari diremmo di NON avvicinarsi troppo!!! Le banali regole che una persona intelligente dovrebbe seguire. Ma si tanto chi potrà mai della famiglia plantigrada, appellarsi alla giustizia, se mai esiste una giustizia. Viviano

  Post Precedente
Post Successivo