Indica un intervallo di date:
  • Dal Al
epa08328364 A man walks with his dogs in the streets of San Sebastian, Basque Country, Spain on 28 March 2020. Spain faces the 14th consecutive day of national lockdown in an effort to slow down the spread of the pandemic COVID-19 disease caused by the SARS-CoV-2 coronavirus.  EPA/Javier Etxezarreta

Piemonte, nasce l’albo dei dog sitter: in Italia sono 54mila

Il Piemonte ha il suo elenco dei dog sitter. Il Consiglio regionale ha infatti approvato a maggioranza la proposta di legge di Paolo Ruzzola (Fi), che ha sottolineato come quello del dog sitter stia diventando un ruolo sempre più qualificato e professionale. La legge prevede l’istituzione dell’elenco e definisce la figura dell'”accompagnatore di cani” attraverso competenze acquisite in corsi di formazione specifici. “Lo scopo dell’elenco regionale – ha spiegato Ruzzola nella sua relazione – è di offrire ai proprietari di animali da compagnia i nominativi dei soggetti professionalmente e debitamente formati, che in Italia si stima siano circa 54mila”.

dog_sitter_us_n07hew9g

LA PET ECONOMY VALE CIRCA 4 MILIARDI DI EURO

L’Italia è al secondo posto in Europa per il possesso di animali da compagnia. Gli animali domestici sono circa 60 milioni (compresi pesci e uccelli), di cui 7 milioni sono cani e 7,5 milioni gatti. Il comparto economico dedicato, la cosidetta “pet economy”, viene stimato intorno ai 4 miliardi di euro, con un tasso di crescita del 12% negli ultimi tre anni e le voci principali nel settore del pet food (oltre 2 miliardi) e per le spese veterinarie. Per l’Anmvi (Associazione nazionale medici veterinari italiani) i proprietari over 65 sono saliti dal 21% a quasi il 24% del totale negli ultimi sette anni e gli amici pelosi rivestono un importante ruolo sociale nel compensare la solitudine.

Su 24zampe: Bologna, gli umani al museo e il cane affidato al dog sitter