Indica un intervallo di date:
  • Dal Al
Dog are seen during breed judging at the 144th Annual Westminster Kennel Club Dog Show in New York, U.S., February 9, 2020. REUTERS/Eduardo Munoz

Westminster dog show, New York al centro dell’universo canino

AGGIORNAMENTO DEL 12 FEBBRAIO 2020 – IL BEST IN SHOW È  SIBA, UN POODLE DI 4 ANNI

Siba, un barbone di taglia grande (standard poodle), è il cane re di New York, incoronato “Best in Show” stanotte al Westminster Kennel Club Dog Show al Madison Square Garden. Nera, femmina di quattro anni, Siba arriva da Northampton, in Pennsylvania. Il vicere – secondo classificato e “Reserve Best in Show” – è Bourbon, una femmina di whippet. Al ring finale sono arrivati anche Daniel, un maschio di golden retriever, Bono, un maschio di havanese, Conrad, cane pastore maschio delle Shetland, Wilma, femmina di boxer e Vinny, un fox terrier maschio.

b0ebfe44-8684-47e4-af11-36dc7c695205

+++

E’ iniziato a New York il 144esimo Dog Show organizzato dal Westminster Kennel Club. Per la più prestigiosa competizione canina del mondo più di 200 razze di cani iscritte all’American Kennel Club arrivano quasi da ogni dove – nessuno dall’Italia – per gareggiare in abilità e bellezza. Il gran finale, con l’elezione del Best in Show 2020, martedì sera al Madison Square Garden. E’ il secondo appuntamento “animale” più antico d’America, nato nel 1877, appena dopo il Kentucky Derby iniziato due anni prima. La scorsa edizione ha visto salire sul trono di New York il wire fox terrier King, 47esimo terrier a essere eletto BiS, ultimo rappresentante della categoria più premiata nella Grande Mela.

DOPO L’AGILITY LA GARA DI BELLEZZA

Dopo le gare di agility del weekend, i circa 3mila cani arrivati a New York competono in bellezza e aderenza allo standard per due giorni in sette diverse categorie. E’ tra quei sette vincitori che si cercherà, martedì sera, il “più bel cane del mondo”. I sette gruppi sono hounds (segugi), toys, nonsporting (da compagnia), herding (pastori), working (da lavoro), sporting (sportivi) e terrier. Una sola nuova razza, l’Azawakh, si è unita nel 2020 alla competizione: è un levriero che proviene dall’Africa occidentale (nella foto sotto Bryan R Smith/Reuters un esemplare di nome Bahir). L’American Kennel Club ha riconosciuto altre due razze a dicembre, il Barbet e il Dogo Argentino, ma saranno ammessi al concorso solo alla prossima edizione.

An Azawakh named Bahir, with his owner Aliya Taylor, is introduced as one of the new breeds allowed to compete in this year's Westminster Kennel Club dog show in New York, U.S., February 4, 2020. REUTERS/Bryan R Smith

I FAVORITI E I SICURI PERDENTI

Terrier a parte, tre cani arrivano favoriti al Wkc secondo Usa Today. Un Whippet di nome “Bourbon”, l’Havanese “In The Name Of Love” e “Nick of Dynasty”, un Siberian Husky. I “sicuri perdenti” sono praticamente tutti i Labrador Retriever, il cane più popolare in Usa degli ultimi quattro secoli ma paradossalmente mai nominato Best in Show. Altre razze senza mai una gioia sono il Golden Retriever, il Bassotto, il Chihuahua, il Dalmata, il Danese gigante e il Bulldog francese.