Indica un intervallo di date:
  • Dal Al
lupo_sguardo

Agenda animale, gli appuntamenti del weekend del 11-12 gennaio 2020

Per segnalazioni scrivere entro il giovedì precedente al weekend a 24zampe@ilsole24ore.com o a twitter@24zampe

+++

INCONTRO SUL LUPO, OSPITALETTO (BS), DOMENICA 12 GENNAIO 2020

Domenica 12 gennaio a Ospitaletto, in provincia di Brescia, Charlie Dog SSD organizza un evento dal titolo “Uno sguardo sul lupo  – Conferenza sui lupi in Italia”. Per parlare di esperienze e progetti di convivenza con il predatore intervengono esperti di grandi carnivori, zoologi impiegati nei parchi nazionali e anche Elisa Berti, direttrice del Centro di recupero animali selvatici di Monte Adone, in Emilia romagna, operativo dal 1989. L’incontro è gratuito ma riservato ai soli tesserati e i posti sono limitati: è comunque possibile partecipare, pagando la quota di iscrizione, telefonando al numero 3358271775. L’evento si svolgerà presso il Charlie Dog SSD di Via Seriola 64, a Ospitaletto (BS), dalle ore 9:00 alle ore 17:30.

whatsapp-image-2019-12-09-at-11-28-41

+++

unterthiner

MOSTRA FOTOGRAFIA NATURALISTICA, BARD (AO), FINO AL 2 GIUGNO 2020

La mostra “On Assignment, una vita selvaggia” presenta per la prima volta al pubblico al Forte di Bard, in Valle d’Aosta, da sabato 14 dicembre 2019 al 2 giugno 2020, le immagini dei reportage realizzati dal fotografo Stefano Unterthiner dal 2009 al 2019 su commissione del National Geographic Magazine. Una retrospettiva che vuole invitare il pubblico a scoprire il mondo della fotografia naturalistica provando a raccontare, attraverso la vita e lo sguardo di un grande fotografo, il nostro rapporto con la natura e le altre specie. Sono 77 le immagini esposte, suddivise in dieci storie che mostrano un grande ritratto del mondo animale: dalle fotografie realizzate nel remoto arcipelago di Crozet, a quelle prodotte, sulle tracce del puma, in Cile; dalle suggestive immagini sul cigno selvatico, ai drammatici scatti che documentano il declino del cinopiteco in Indonesia (nella foto sopra). E poi ancora la fauna della Patagonia, i varani di Komodo, il falco grillaio materano… Info qui.

+++

wegman_lugano

MOSTRA FOTOGRAFIA, LUGANO (SVIZZERA), PROROGATA FINO AL 23 FEBBRAIO 2020

Mostra prorogata fino al 23 febbraio 2020 – Al museo Museo d’Arte della Svizzera italiana-Masi di Lugano, fino al 6 gennaio 2020, sono esposte le fotografie dei weimaraner di William Wegman, artista americano multidisciplinare ma noto nel panorama artistico mondiale per le immagini con protagonisti i suoi elegantissimi cani. La mostra si intitola “Being human”. “Il fotografo ha fatto degli esemplari di questa razza il soggetto principale dei suoi scatti, rappresentando attraverso loro personaggi, tendenze di moda e movimenti della storia dell’arte con ingegno e ironia”, spiega il museo. Il primo quattrozampe a entrare nell’obiettivo di Wegman è stato Man Ray negli anni Settanta, poi Fay Ray, Penny, Bobbin, Chip, Chundo, Crooky e diverse generazioni di loro cuccioli. Wegman scatta Polaroid di grande formato, istantanee in un unico esemplare, non ritoccate, che esaltano tanto la spontaneità dei soggetti quanto l’abilità del fotografo in assoluta sintonia con i suoi cani. Il percorso espositivo si compone di novanta Polaroid e una decina di stampe ai pigmenti selezionate da William A. Ewing. La mostra a Lugano è la prima tappa europea di un tour mondiale iniziato un anno fa.

+++

balene_dgt_m_loc

BALENE DIGITALI, MILANO, FINO AL 30 SETTEMBRE 2020

All’Acquario civico di Milano c’è “Digital whales”, un progetto che porta i cetacei nel centro della città. Non si tratta di veri cetacei nelle vasche, naturalmente, ma di un’esperienza multimediale interattiva promossa da Comune, Acquario, Istituto Tethys, Verdeacqua e Fondazione Cariplo che, grazie alla realtà aumentata, vede protagoniste sei specie di mammiferi marini, presentate una ogni due mesi: capodoglio, balenottera comune, stenella striata, globicefalo, megattera, orca. Le prime quattro comuni nel Mediterraneo (e in particolare nel Santuario Pelagos, la vasta area marina protetta per i cetacei compresa tra Liguria, Corsica e Montecarlo), le altre due occasionali nelle nostre acque ma emblematiche degli animali più affascinanti e amati nel mondo. “Tra gli argomenti trattati – spiegano gli organizzatori -, oltre alle caratteristiche delle specie non mancheranno informazioni sulle minacce che oggi incombono su questi animali mettendone a rischio la sopravvivenza, dalla plastica all’inquinamento acustico al traffico marittimo ai cambiamenti climatici, e su cosa ognuno può fare per tutelare i cetacei nel loro (e nostro) ambiente”. Dopo il capodoglio, che ha inaugurato la serie di presentazioni, tocca alla balenottera comune (dal 1/12/2019), alla stenella striata e altri delfini (dal 1/2/2020), al globicefalo (dal 1/4/2020), alla megattera (dal 1/6/2020) e infine all’orca, uno degli animali più suggestivi della Terra (dal 1/8/2020). Speciali incontri con i ricercatori dell’Istituto Tethys saranno organizzati ogni due bimestri in corrispondenza di un weekend.