Indica un intervallo di date:
  • Dal Al
airbnb1

Turismo, Airbnb apre le porte alle “esperienze con animali”

Airbnb, uno dei principali operatori turistici online, leader nell’affitto breve, introduce un nuovo servizio: le “esperienze con animali”. Un ulteriore conferma che il turismo animalista, di fronte a una perdurante crisi del settore, è invece ancora in crescita. Da oggi è possibile prenotare un pacchetto durante il quale entrare “in contatto con oltre 300 tipi di animali, dagli alpaca alle zebre”. Si possono così incontrare gli animali e gli esperti che si prendono cura di loro, come biologi e ambientalisti. Tra le offerte c’è quella di passeggiare con uno studioso del comportamento di pinguini e pulcinelle di mare in Sudafrica, seguire i naturalisti alla scoperta delle volpi artiche in Islanda, imparare le basi del Sup (la tavola galleggiante su cui pagaiare in piedi) con un corgi-surfer in Usa, fare il grooming ai ponies a Londra, incontrare le caprette di una fattoria di Glasgow o partecipare a una dog walk a Berlino. Molte possibilità anche in Italia, per osservare le balene in Liguria, per stare in compagnia degli alpaca in Appennino, con gli asini in Val d’Aosta, andare col cane alla ricerca di tartufi in Toscana o a cavallo sulla Costiera Amalfitana.

airbnb3

LE TUTELE PER GLI ANIMALI

Ogni esperienza e ogni host – la guida locale -, spiega il sito Airbnb, deve seguire le linee guida della World Animal Protection, in modo da proteggere il benessere degli animali e potersi avvicinare a loro “con la coscienza tranquilla”. Quindi non sono consentite dalla policy “esperienze che implicano il contatto diretto intenzionale con animali selvatici in natura, inclusi, per esempio, animali da accarezzare, nutrire o cavalcare” a meno che non si tratti di imprese non profit convalidate. Gli host Airbnb – inoltre – si impegnano a garantire la massima qualità della vita degli animali coinvolti, utilizzando i principi guida del benessere degli animali, escludono rifugi che non operano nell’interesse degli animali e acquari e zoo non accreditati da Aza e Waza e circhi. Non sono ammesse anche interazioni con elefanti, grandi felini, orsi, mammiferi marini detenuti in cattività.