Indica un intervallo di date:
  • Dal Al
storni_e96b6dadb314fd23e0fee9402ce5f2d5

Per combattere gli storni arrivano a Roma falchi e falconieri

Per combattere gli storni che imperversano su alcune aree di Roma, sono in arrivo anche falchi e falconieri. L’iniziativa è tra quelle messe in campo dal Campidoglio per allontanare i volatili, tanto temuti da romani e turisti, e risolvere così anche il problema del guano su strade e marciapiedi. Solo lunedì scorso i vigili erano stati costretti addirittura a chiudere una parte di Lungotevere per questo ‘scivoloso’ inconveniente. I rapaci spaventano gli uccelli, li costringono ad alzarsi in volo e li allontanano dal posto dove si sono stabiliti. Si interverrà con falconiere e falco su singole alberature, “una soluzione cruelty free, ecologica, naturale”, sottolinea l’assessorato all’Ambiente. Parallelamente andranno avanti gli interventi con il “distress call“, il cosiddetto “grido di angoscia”, effettuato attraverso altoparlanti ad alto volume portati a spalla. “A differenza di altri disturbi acustici artificiali – spiega un operatore -, il metodo dà risultati definitivi: emesso in natura da individui del gruppo che si trovano in situazioni di pericolo, ottiene una risposta immediata. Tutti gli storni abbandonano il posatoio e si allontanano per sempre dal luogo che loro hanno interpretato come pericoloso”. Il ricorso alla falconeria è un rimedio diffuso per allontanare gli uccelli da luoghi sensibili: è utilizzata in aeroporti, luoghi pubblici e privati, centri storici. Non è la prima volta che il Comune a 5 Stelle propone rimedi più o meno ‘naturali’ per affrontare problematiche urbane. Si ricorda l’iniziativa dell’eco-pascolo: pecore e capre utilizzate in funzione tosa-erba nei parchi e nelle aree verdi più periferiche della città. Un’idea emersa nei primi mesi del 2018 e formalizzata attraverso un’intesa con la Coldiretti che forse si concretizzerà a breve. E’ rimasta impressa anche la derattizzazione con esche di paraffina posizionate a vista. Il veleno, in forma di pallini di colore rosso e depositato dagli addetti del primo municipio tra via Sforza Pallavicini, via Alberico II e piazza Adriana, aveva fatto infuriare gli animalisti della Capitale dopo un servizio del Tg3 regionale. Tra le altre idee circolate di recente a Roma, c’è stata anche quella della sterilizzazione di gabbiani e topi – animali che popolano le strade della Capitale – con prodotti allo studio.

storni_4f9de5ead382dc47999a624aca73fa52

  • Dario |

    Imperversano? …come se il cielo non fosse loro…

  Post Precedente
Post Successivo