Indica un intervallo di date:
  • Dal Al
pet_ther_att00001

Milano, in classe con alunni e insegnanti anche i compagni a 4zampe

Meno di un anno fa tre cani da pet therapy – il labrador Todd e due golden retriever, Brando e Gilda – hanno fatto il loro ingresso alla scuola media dell’Istituto Comprensivo Italo Calvino di Milano, per venire incontro alle esigenze educative particolari di alcuni alunni. Oggi la dirigente, Dorotea Maria Russo, è talmente soddisfatta dell’iniziativa da aver deciso di ampliare l’offerta con altri due cani – i meticci Charly e Marley – in classe da gennaio. “Con il progetto ‘Un compagno a quattro zampe’ – spiega l’insegnante di sostegno, Laura Sofia Caramellino – si è pensato infatti di individuare approcci educativi diversi e più efficaci per lavorare su ragazzi con forti carenze comunicativo/espressive, relazionali e cognitive che non permettono né un’adeguata integrazione con i coetanei, né l’utilizzo di tradizionali metodi e strumenti di apprendimento”. A gestire l’Intervento Assistito con Animali sono l’educatrice Maria Rosa Barresi e la pedagogista Elena Sposito della cooperativa Tempo per l’Infanzia, realtà consolidata del panorama milanese: “L’incontro alunni/cane favorisce l’instaurarsi di relazioni sociali positive e il cane diventa il tramite attraverso il quale esse si instaurano. L’animale diventa ‘mediatore emozionale’ e ‘facilitatore di comunicazione’, fornisce supporto e incoraggiamento. Prendersi cura dell’animale favorisce, inoltre, il senso di responsabilità e rinforza la percezione di sé”, spiega una nota. “Lavoro ormai da quasi vent’anni nel campo del sostegno – dice Caramellino – e ho visto troppi alunni fragili, con un’autostima bassissima per non riuscire come ‘gli altri’, perchè dotati di abilità differenti”. Ma la stabilità emotiva dei cani da pet therapy, la loro capacità – che possiedono e ostentano – di acquisire istintivamente una propria precisa collocazione all’interno di un gruppo “è una risorsa preziosa per noi docenti. Infine, imparare divertendosi è il regalo più grande che la scuola possa fare ai suoi alunni, in particolare a quelli con abilità diverse, e se questo è fatto con un compagno a quattro zampe che dona continuamente affetto e allegria senza pretendere niente in cambio e che non ti giudica mai, penso sia il massimo che si possa chiedere”.

pet_ther_att00002

  • Guido Minciotti |

    Gentile professoressa, è senz’altro possibile. Certo, le servirebbe Tempo per l’infanzia, che però lavora a Milano e dintorni. In alternativa, dovrebbe individuare una struttura qualificata nella sua zona. Le consiglierei anche di contattare la dirigente scolastica dell’Istituto Comprensivo Italo Calvino di Milano, Dorotea Maria Russo, che potrebbe darle qualche “dritta” su come muoversi. Mi scriva a 24zampe@ilsole24ore.com se vuole i recapiti, grazie di leggere il blog, saluti gm

  • maria laura cecere |

    Salve sono D.S In Istituto Comprensivo “Alfredo Fiorini” di Terracina. Sono molto interessata al progetto potete dirmi se è possibile attuarlo nella mia scuola? sono ex insegnante di sostegno e animalista vorrei tanto poter attuare questa attività in classe. Grazie

  • grazia battista |

    meraviglioso!un progetto che dovrebbe essere realizzato più spesso negli istituti scolastici, anche perché i risultati sono garantiti e sorprendenti.una insegnante amante degli animali

  Post Precedente
Post Successivo